Garante per la protezione
    dei dati personali


Provvedimento del 27 novembre 2008

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza del prof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti, vicepresidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato, componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTO il ricorso, regolarizzato il 4 luglio 2008, presentato da Daniele Strazzer (rappresentato e difeso dall'avv. Paolo Salandin) nei confronti del Comune di Vittorio Veneto, con il quale il ricorrente ha ribadito le richieste formulate nell'istanza ex art. 7 del Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196) con cui aveva chiesto la conferma dell'esistenza e la comunicazione in forma intelligibile dei dati che lo riguardano (relativi a una violazione del codice della strada accertata tramite l'utilizzo di meccanismi elettronici, con specifico riferimento ai dati contenuti nel verbale di accertamento che ne Ć scaturito), nonchÄ l'indicazione dell'origine di tali dati, della logica, delle modalitł e delle finalitł del trattamento, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile eventualmente designato, nonchÄ dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati; rilevato che il ricorrente ha anche ribadito la richiesta di cancellazione dei dati che ritiene trattati in violazione di legge, nonchÄ di attestazione che tale operazione Ć stata portata a conoscenza di coloro ai quali i dati sono stati eventualmente comunicati o diffusi;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, in particolare, la nota del 9 luglio 2008 con la quale questa Autoritł, ai sensi dell'art. 149, comma 1, del Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196), ha invitato il titolare del trattamento a fornire riscontro alle richieste dell'interessato, nonchÄ la successiva nota del 9 ottobre 2008 con la quale Ć stata disposta la proroga del termine per la decisione sul ricorso;

VISTA la nota inviata via fax il 18 luglio 2008 (nonchÄ la precedente nota datata 26 giugno 2008) con cui il Comune di Vittorio Veneto-Area polizia locale, aveva riscontrato le richieste dell'interessato, comunicando allo stesso i dati che lo riguardano relativi al procedimento amministrativo in questione, con particolare riferimento alle informazioni trattate dalla societł cui Ć stato "affidato il servizio di stampa delle contravvenzioni al codice della strada";

VISTE le ulteriori comunicazioni dell'interessato e, in particolare, la nota del 18 novembre 2008 con la quale il ricorrente ha comunicato "il venir meno dell'interesse all'instaurato procedimento";

RITENUTO, alla luce di ciś, di dover dichiarare non luogo a provvedere sul ricorso, ai sensi dell'art. 149, comma 2, del Codice, avendo il ricorrente manifestato l'intento di rinunziare allo stesso;

VISTA la documentazione in atti;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice;

VISTE le osservazioni dell'Ufficio formulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento del Garante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Giuseppe Fortunato;

TUTTO CI˝ PREMESSO IL GARANTE:

dichiara non luogo a provvedere sul ricorso.

Roma, 27 novembre 2008

Il presidente
Pizzetti

Il relatore
Fortunato

Il segretario generale
Buttarelli