Garante per la protezione
    dei dati personali


PROVVEDIMENTO DEL 17LUGLIO 2008

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti,vicepresidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato,componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTO il ricorso al Garante presentatol'8 aprile 2008 nei confronti di Cerved B.I. S.p.A. con il quale XY s.r.l., inpersona del legale rappresentante ing. ZK (rappresentata e difesa dall'avv.Giovanni Novellini),  ha ribadito la richiesta avanzata ai sensi degliartt. 7 e 8 del Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lg. n.196/2003) volta a ottenere la cancellazione del "riferimento alfallimento" di "JW S.p.A.in liquidazione" che, nei prodotti informativi che la riguardano offertidalla resistente e in particolare nel "Dossier approfonditoCerved", risulta associato alnominativo del proprio amministratore unico, ing. ZK, poichÄ lo stesso ne Ćstato direttore tecnico; il dato relativo al fallimento di tale societł nonsarebbe, ad avviso della ricorrente, pertinente rispetto alle finalitł diinformazione commerciale dal momento che tale evento pregiudizievole sarebbericonducibile esclusivamente a terzi (appunto la societł JW S.p.A. inliquidazione), non avendo coinvolto nÄ il proprio amministratore unico, nÄ amaggior ragione XY s.r.l.; rilevato che la ricorrente ha anche chiesto di porrea carico della resistente le spese sostenute per il procedimento;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, inparticolare, la nota del 15 aprile 2008 con la quale questa Autoritł, ai sensidell'art. 149, comma 1, del Codice, ha invitato il titolare del trattamento afornire riscontro alle richieste dell'interessato, nonchÄ la nota del 27 maggio2008 con la quale questa Autoritł ha disposto la proroga del termine per ladecisione sul ricorso ai sensi dell'art. 149, comma 7, del Codice e il verbaledell'audizione tenutasi il 14 maggio 2008;

VISTA la memoria anticipata via fax il 12maggio 2008 con la quale Cerved B.I. S.p.A. (rappresentata e difesa dall'avv.Antonio Boccuccia) ha sostenuto che il trattamento dei dati relativi alricorrente non sarebbe effettuato in modo illecito in quanto gli stessi sonotratti da pubblici registri e aggregati da Cerved B.I. S.p.A. in modo, a suoavviso, pertinente; in particolare, l'informazione relativa al fallimento di JWS.p.A. in liquidazione –riportata nel dossier relativo a XY s.r.l. allavoce "Altre segnalazioni: fallimenti su imprese connesse ad esponenti" e nella sezione "Cariche/qualifichegestionali su imprese connesse ad esponenti/soci"– sarebbe pertinente, secondo Cerved, rispettoall'informazione commerciale che riguarda la ricorrente, in ragione del fattoche il suo attuale amministratore unico "ha ricoperto la carica didirettore tecnico" al momentodel fallimento di JW S.p.A. in liquidazione e che tale carica "in unasocietł di costruzioni (╔) Ćfondamentale"; il rilievo ditale carica, si evincerebbe, ad esempio, con riferimento al disposto dell'art.38 del d.lg. 12 aprile 2006, n. 163 (Codice dei contratti pubblici relativi alavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/Ce e2004/18/Ce), dal fatto che eventuali condanne per specifici reati a carico deldirettore tecnico di una societł impediscono alla stessa di partecipare alleprocedure di affidamento delle concessioni e degli appalti di lavori, fornituree servizi;

RILEVATO che il trattamento in esame haper oggetto dati personali tratti da pubblici registri e che tali dati, intermini generali, possono allo stato essere utilizzati senza il consensodell'interessato ai sensi dell'art. 24, comma 1, lett. c) del Codice, fermirestando gli adeguamenti che potrebbero risultare necessari in applicazione deicodici deontologici previsti dagli artt. 61, 118 e 119 del Codice, in relazionealla raccolta e al trattamento dei dati personali estratti da pubbliciregistri, elenchi, atti e documenti conoscibili da chiunque, al trattamento didati personali effettuati a fini di informazione commerciale, nonchÄ inriferimento all'individuazione di limiti temporali di conservazione dei datirelativi al comportamento debitorio;

RITENUTO tuttavia che, alla luce deiprincôpi di cui all'art. 11, comma 1, lett. a) e d), del Codice, l'indicazione riguardanteil fallimento di JW S.p.A. in liquidazione, nell'ambito dei prodottiinformativi relativi alla ricorrente, non risulta pertinente rispetto allafinalitł di fornire informazioni commerciali alla stessa relative anche perchÄconcerne un evento (peraltro pregiudizievole) accaduto a un terzo (e, inparticolare, alla societł di capitali in cui l'amministratore unico dellaricorrente ha operato in qualitł di direttore tecnico), rispetto al cuiverificarsi l'ordinamento non prevede alcuna responsabilitł personale in caponÄ a soggetti che ricoprono la qualifica di direttore tecnico, nÄ in capo aiterzi in cui gli stessi, successivamente, si trovino a operare; ciś, fermarestando la conoscibilitł dell'informazione in questione in altro contesto e,in particolare, nei prodotti informativi relativi a JW S.p.A. in liquidazione;

RITENUTO pertanto fondato il ricorso perquesta parte e ritenuta quindi la necessitł di disporre una misura a tuteladell'interessato ai sensi dell'art. 150, comma 2, del Codice;

RITENUTO che l'individuazione specificadi tale misura, anche in relazione alle concrete modalitł di funzionamentodella banca dati in questione, presuppone necessariamente ulterioriapprofondimenti su tali aspetti operativi che non possono essere svolti nell'odiernoprocedimento;

CONSIDERATO che presso l'Autoritł,nell'ambito di un distinto procedimento, Ć in fase di definizioneun'istruttoria riguardante il complessivo trattamento dei dati personalieffettuato a cura della societł resistente e ravvisata la necessitł che ipredetti approfondimenti siano svolti in tale contesto;

RITENUTA pertanto l'esigenza,analogamente a quanto statuito in altre occasioni, di disporre, a far datadalla ricezione del presente provvedimento, in luogo della cancellazionerichiesta, la sospensione temporanea della visibilitł dell'informazionerelativa alla dichiarazione di fallimento di JW S.p.A. in liquidazione, laddovefiguri associata direttamente alla ricorrente (e, quindi, nel citato "Dossierapprofondito Cerved" e in ognialtra scheda, report o prodottoinformativo distribuito da Cerved B.I. S.p.A. che la riguardi): ciś, finoall'adozione del provvedimento di definizione del citato, autonomoprocedimento;

RITENUTO che sussistono giusti motivi percompensare tra le parti le spese del procedimento;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni dell'Ufficioformulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento delGarante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Giuseppe Fortunato;

TUTTO CI˝ PREMESSO ILGARANTE:

a) dispone, quale misura a tuteladell'interessato ai sensi dell'art. 150, comma 2, del Codice, a far data dallaricezione del presente provvedimento e fino all'adozione del provvedimento didefinizione dell'autonomo procedimento avviato dall'Autoritł, la sospensionedella visibilitł dell'informazione relativa alla dichiarazione di fallimento diJW S.p.A. in liquidazione, laddove figuri associata direttamente allaricorrente (e, quindi, nel citato "Dossier approfondito Cerved" e in ogni altra scheda, report o prodotto informativo distribuito da Cerved B.I.S.p.A. che la riguardi);

b) dichiara compensate le spese delprocedimento.

Roma, 17 luglio 2008

Il presidente
Pizzetti

Il relatore
Fortunato

Il segretario generale
Buttarelli