Garante per la protezione
    dei dati personali


PROVVEDIMENTO DEL 12GIUGNO 2008

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti,vicepresidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato,componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTO il ricorso, pervenuto al Garante il7 marzo 2008, presentato nei confronti di Wind telecomunicazioni S.p.A. con ilquale Pier Luigi Ferroni, nel contestare la ricezione di una comunicazione acarattere promozionale alla propria utenza telefonica fissa da parte di "un'operatriceche si Ź qualificata come incaricata Infostrada Wind", ha ribadito le proprie richieste, avanzate ai sensidell'art. 7 del Codice con interpelli preventivi del 16 ottobre e del 19dicembre 2007, volte ad avere conferma dell'esistenza di dati personali che loriguardano e ad ottenerne la comunicazione in forma intelligibile, a conoscernel'origine, la logica, le modalitą e le finalitą su cui si basa il trattamento,nonché i soggetti o le categorie di soggetti cui i medesimi dati possono esserecomunicati, oltre agli estremi identificativi del titolare e dei responsabilieventualmente designati; rilevato che il ricorrente si Ź anche opposto altrattamento dei medesimi dati a fini commerciali e promozionali e ha chiesto diporre a carico della resistente le spese del procedimento;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, inparticolare, la nota dell'11 marzo 2008 con la quale questa Autoritą, ai sensidell'art. 149, comma 1, del Codice in materia di protezione dei dati personali(d.lg. 30 giugno 2003, n. 196), ha invitato il titolare del trattamento afornire riscontro alle richieste dell'interessato, nonché la nota del 28 aprile2008 con la quale questa Autoritą ha comunicato alle parti la proroga deltermine per la decisione sul ricorso;

VISTA la nota anticipata via fax il 7aprile 2008 con la quale la resistente, nel comunicare di non aver ricevutocopia dei due interpelli preventivi, ha fornito un primo riscontro allerichieste del ricorrente, dichiarando che l'utenza telefonica di quest'ultimo "venivacontattata per finalitą commerciali/promozionali in quanto presente sul database Consodata, societą del gruppo Seat pagine gialle, acquistato da Wind" e di aver accolto l'opposizione all'inoltro diulteriori comunicazioni pubblicitarie dallo stesso formulata, adottando misureidonee a tal fine;

VISTE le memorie inviate via fax il 23aprile e il 26 maggio 2008 con le quali il ricorrente ha lamentato l'inidoneitądel riscontro, insistendo sulle richieste relative all'origine dei dati che loriguardano, agli estremi identificativi del titolare e del responsabile deltrattamento, nonché ai soggetti o le categorie di soggetti che possono venire aconoscenza di tali dati;

VISTE le note anticipate via fax il 16maggio e il 5 giugno 2008 con le quali la societą resistente ha integrato ilpredetto riscontro, fornendo alcune precisazioni in ordine al medesimoriscontro e alle richieste formulate dal ricorrente e inviando l'elenco deisoggetti che, in qualitą di responsabili del trattamento designati ai sensidell'art. 29 del Codice, effettuano per conto della societą l'attivitą diteleselling;

RITENUTO pertanto di dover dichiarare nonluogo a provvedere sul ricorso ai sensi dell'art. 149, comma 2, del Codiceavendo il titolare del trattamento fornito un sufficiente riscontroall'interessato, seppure solo dopo la presentazione del ricorso;

VISTA la determinazione generale del 19ottobre 2005 sulla misura forfettaria dell'ammontare delle spese e dei dirittida liquidare per i ricorsi; ritenuto congruo, su questa base, determinarel'ammontare delle spese e dei diritti inerenti all'odierno ricorso nella misuraforfettaria di euro 500, di cui euro 150 per diritti di segreteria, consideratigli adempimenti connessi, in particolare, alla presentazione del ricorso eritenuto di porli a carico di Wind telecomunicazioni S.p.A. nella misura dieuro 300, previa compensazione della residua parte per giusti motivi;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni dell'Ufficioformulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento delGarante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Mauro Paissan;

TUTTO CIŮ PREMESSO ILGARANTE

a) dichiara non luogo a provvedere sulricorso;

b) determina nella misura forfettaria dieuro 500 l'ammontare delle spese e dei diritti del procedimento posti, nellamisura di 300 euro, previa compensazione della residua parte per giusti motivi,a carico di Wind telecomunicazioni S.p.A., la quale dovrą liquidarlidirettamente a favore del ricorrente.

Roma, 12 giugno 2008

Il presidente
Pizzetti

Il relatore
Paissan

Il segretario generale
Buttarelli