Garante per la protezione
    dei dati personali


Provvedimento del 12giugno 2008

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti,vicepresidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato,componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTO il ricorso regolarizzato il 28marzo 2008 da XY (rappresentato e difeso dall'avv. Marcello Montana presso ilcui studio ha eletto domicilio) nei confronti di Crif S.p.A. e di Mercedes BenzFinancial Services Italia S.p.A. (gił Daimler Chrysler Servizi FinanziariS.p.A.), con il quale il ricorrente (che aveva stipulato un contratto di leasing relativo a un'autovettura che Ć stata oggetto difurto nel corso del rapporto contrattuale) ha ribadito la richiesta–avanzata con interpello preventivo ai sensi degli artt. 7 e 8 del Codicein materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n.196)– volta a ottenere la cancellazione dei dati personali di tipo "negativo"che lo riguardano dalla banca dati del sistema di informazioni creditiziegestito da Crif S.p.A. alla quale, ad avviso del ricorrente, tali datisarebbero stati comunicati illecitamente da Daimler Chrysler Financial ServicesS.p.A.. Ciś, in quanto tale societł non avrebbe fornito il dovuto"preavviso" di imminente registrazione dei dati presso il sistemamedesimo, come previsto, invece, dal codice di deontologia e buona condottaapplicabile a tali particolari trattamenti di dati (Provv. del Garante n. 8 del 16 novembre 2004,in Gazzetta Ufficiale 23 dicembre2004, n. 300; d.m. 14 gennaio 2005, in Gazzetta Ufficiale 29 gennaio 2005, n. 23); rilevato che il ricorrenteha chiesto altresô di porre a carico delle controparti le spese delprocedimento;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, inparticolare, la nota del 9 aprile 2008 con la quale questa Autoritł, ai sensidell'art. 149, comma 1, del Codice in materia di protezione dei dati personali(d.lg. 30 giugno 2003, n. 196), ha invitato le resistenti a fornire riscontroalle richieste dell'interessato, nonchÄ la nota del 14 maggio 2008 con la qualequesta Autoritł ha comunicato la proroga del termine per la decisione sulricorso ai sensi dell'art. 149, comma 7, del Codice;

VISTA la nota datata 22 aprile 2008 conla quale Mercedes Benz Financial Services Italia S.p.A., nel precisare di averprovveduto "in data 27 dicembre 2006 ad informare l'interessato in ordine all'avvenuto incasso dell'indennizzo assicurativo e contestualmente arichiedere il residuo importo (╔) atitolo di saldaconto finale",ha dichiarato l'intenzione di "aderire spontaneamente alla richiesta dicancellazione del ricorrente dalla banca dati di Crif S.p.A.";

VISTA la nota pervenuta via fax il 24aprile 2008 con la quale Crif S.p.A. ha precisato: a) di non aver potutofornire riscontro all'istanza ex art. 7 del Codice "in quanto la stessanon era corredata dalla necessaria documentazione, che Ć stata tempestivamenterichiesta al ricorrente con lettera del 6 marzo 2008, ma senza esito"; b) che, "al verificarsi di ritardi neipagamenti, spetta all'ente partecipante avvertire l'interessato circal'imminente registrazione dei propri dati personali di tipo negativo in uno opiŁ sistemi di informazioni creditizie"; c) che "comunque il rapporto di credito contestato Ćattualmente censito nel Sic di Crif senza alcuna segnalazione di insolvenze,come risulta dal report aggiornato (╔), a fronte dell'intervenuto aggiornamentoda parte dello stesso ente partecipante";

VISTA la nota del 13 maggio 2008 con laquale il ricorrente, nel prendere atto dei riscontri delle resistenti, harinnovato la richiesta di condanna delle controparti alle spese delprocedimento;

RILEVATO che in ordine alla posizione diCrif S.p.A., dalla documentazione in atti, non risulta che l'interessato abbiarisposto alla tempestiva richiesta della societł di integrare la documentazionerelativa all'istanza ex art. 7 del Codice e ha invece presentato al Garante ilricorso in esame;

RILEVATO che, ai sensi dell'art. 9, comma4, del Codice, l'interessato, qualora gli sia richiesto, Ć tenuto a fornire altitolare del trattamento "idonei elementi di valutazione" ai fini dell'accertamento dell'identitł (nel caso dispecie, copia fotostatica o autocertificazione del numero di codice fiscale),anche in relazione a eventuali omonimie (ipotesi rilevante nel caso di unabanca dati di notevole dimensione quale quella del Sic gestito da Crif S.p.A.);

RITENUTO, pertanto, di dover dichiarareinammissibile, ai sensi dell'art. 148, comma 1, lett. b), del Codice, ilricorso nei confronti di Crif S.p.A. (che ha comunque fornito riscontro allerichieste dell'interessato nel corso del procedimento), dal momento che non puśritenersi che lo stesso sia stato preceduto da un idoneo interpello preventivoai sensi dell'art. 8 del Codice;

RITENUTO invece di dover dichiarare nonluogo a provvedere sul ricorso proposto nei confronti di Mercedes BenzFinancial Services Italia S.p.A., ai sensi dell'art. 149, comma 2, del Codice,in ragione del sufficiente riscontro fornito dalla resistente, seppure solodopo la presentazione del ricorso;

VISTA la documentazione in atti;

VISTA la determinazione generale del 19ottobre 2005 sulla misura forfettaria dell'ammontare delle spese e dei dirittida liquidare per i ricorsi; ritenuto congruo, su questa base, determinarel'ammontare delle spese e dei diritti inerenti all'odierno ricorso nella misuraforfettaria di euro 500, di cui euro 150 per diritti di segreteria, consideratigli adempimenti connessi, in particolare, alla presentazione del ricorso eritenuto di porli a carico di Mercedes Benz Financial Services Italia S.p.A.,in ragione del mancato tempestivo riscontro alle richieste del ricorrente,nella misura di 200 euro, previa compensazione della residua parte per giustimotivi;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni dell'Ufficioformulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento delGarante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Giuseppe Fortunato;

TUTTO CI˝ PREMESSO ILGARANTE

a) dichiara inammissibile il ricorsoproposto nei confronti di Crif S.p.A.;


b) dichiara non luogo aprovvedere sul ricorso proposto nei confronti di Mercedes Benz FinancialServices Italia S.p.A.;


c) determina nella misura forfettaria dieuro 500 l'ammontare delle spese del procedimento posto, nella misura di 200euro, previa compensazione della residua parte per giusti motivi, a carico diMercedes Benz Financial Services Italia S.p.A., la quale dovrł liquidarlidirettamente a favore del ricorrente.

Roma, 12 giugno 2008

Il presidente
Pizzetti

Il relatore
Fortunato

Il segretario generale
Buttarelli