Garante per la protezione
    dei dati personali


Provvedimento del 19maggio 2008

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti,vicepresidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato,componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTA l'istanza ai sensi degli artt. 7 e8 del Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003,n. 196) inviata a Securitifleet s.r.l. il 14 gennaio 2008 con la quale XY, dopoaver ricevuto una contestazione amministrativa per una violazione del codicedella strada che lo stesso non aveva commesso, avendo appreso che i datipersonali che lo riguardano erano stati forniti alla polizia municipalecompetente da Securitifleet s.r.l., proprietaria dell'autovettura coinvolta, hachiesto di ottenere la conferma dell'esistenza dei dati personali che loriguardano e la loro comunicazione in forma intelligibile, di conoscere la loroorigine, le finalitą, le modalitą e la logica su cui si basa il trattamento,nonché gli estremi identificativi del titolare e del responsabile eventualmentedesignato e i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati possonoessere comunicati;

VISTO il riscontro del 30 gennaio 2008con il quale Securitifleet s.r.l. ha sostenuto di aver commesso un "erroredi omonimia in fase di espletamento del contratto di locazione" dell'autovettura successivamente oggetto dellacitata contestazione amministrativa e, preso atto dell'errore commesso, ha confermatodi voler rettificare le generalitą del locatario dell'autovettura per sollevarel'interessato da ogni responsabilitą;

VISTO il ricorso presentato al Garante il14 febbraio 2008 nei confronti di Securitifleet s.r.l. con il quale XY, nelrilevare che la societą resistente non aveva fornito le informazioni richiesteai sensi dell'art. 7 del Codice, le ha ribadite e ha chiesto anche di porre acarico della resistente le spese del procedimento;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, inparticolare, la nota del 19 febbraio 2008 con la quale questa Autoritą, aisensi dell'art. 149 del Codice, ha invitato la resistente a fornire riscontroalle richieste dell'interessato, nonché l'ulteriore nota dell'11 aprile 2008con cui, ai sensi dell'art. 149, comma 7, del Codice, Ź stato prorogato iltermine per la decisione sul ricorso;

VISTA la nota inviata via fax il 7 aprile2008 con la quale la resistente, nel fornire alcune indicazioni in ordine altrattamento dei dati del ricorrente ricevuti nell'ambito del "rapportocontrattuale di leasing operativo di veicoli" sottoscritto con Europcar Italia S.p.A. che utilizzaper la propria attivitą di autonoleggio i veicoli di cui Securitifleet s.r.l. Źproprietaria, ha fornito riscontro alle richieste formulate dal ricorrente,precisando anche di essersi attivata per evitare in futuro "casi dierrate associazioni di dati a causa di omonimia nella gestione dei processi dinotifica delle multe";

VISTA la nota inviata via fax il 21aprile 2008 con la quale il ricorrente, nel prendere atto del riscontro, harilevato che non gli erano stati ancora comunicati in forma intelligibile tuttii dati detenuti dalla resistente e ha ribadito la richiesta relativa alle spesedel procedimento;

VISTA la memoria inviata via fax il 5maggio 2008 con la quale la resistente ha comunicato in forma intelligibile idati personali del ricorrente ancora conservati;

RITENUTO di dover dichiarare, ai sensidell'art. 149, comma 2, del Codice, non luogo a provvedere sul ricorso avendola societą resistente fornito, seppure solo dopo la presentazione del ricorso,un sufficiente riscontro alle richieste avanzate dal ricorrente con l'istanzaex artt. 7 e 8 del Codice;

VISTA la documentazione in atti;

VISTA la determinazione generale del 19ottobre 2005 sulla misura forfettaria dell'ammontare delle spese e dei dirittida liquidare per i ricorsi; ritenuto congruo, su questa base, determinarel'ammontare delle spese e dei diritti inerenti all'odierno ricorso nella misuraforfettaria di euro 500, di cui euro 150 per diritti di segreteria, consideratigli adempimenti connessi, in particolare, alla presentazione del ricorso eritenuto di porli a carico di Securitifleet s.r.l., nella misura di euro 250previa compensazione della residua parte per giusti motivi legati al riscontrofornito dalla citata resistente nel corso del procedimento;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni dell'Ufficioformulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento delGarante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Giuseppe Chiaravalloti;

TUTTO CIŮ PREMESSO ILGARANTE

a) dichiara non luogo a provvedere sulricorso;

b) determina nella misura forfettaria dieuro 500 l'ammontare delle spese e dei diritti del procedimento posti, nellamisura di 250 euro, previa compensazione della residua parte per giusti motivi,a carico di Securitifleet s.r.l., la quale dovrą liquidarli direttamente afavore del ricorrente.

Roma, 19 maggio 2008

Il presidente
Pizzetti

Il relatore
Chiaravalloti

Il segretario generale
Buttarelli