Garante per la protezione
    dei dati personali


Provvedimento del 19maggio 2008

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

Nella riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti,vicepresidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato,componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTA l'istanza ex art. 7 del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. n. 196/2003) inoltrata a CervedBusiness Information S.p.A. il 17 maggio 2007 con la quale XY ha chiestola cancellazione dagli archivi della societł delle informazioni relative a dueipoteche giudiziali iscritte a carico del ricorrente nel 1999 e cancellatesuccessivamente dai registri pubblici mediante annotamento;

VISTO il ricorso al Garante regolarizzatoil 18 febbraio 2008 da XY nei confronti di Cerved Business Information S.p.A.(rappresentata e difesa dall'avv. Antonio Boccuccia) con il quale ilricorrente, nel contestare il riscontro negativo della resistente, hariproposto la richiesta formulata ex artt. 7 e 8 del Codice, lamentando glieffetti pregiudizievoli che la persistenza dell'informazione nel "Dossierpersona" che lo riguardaavrebbe sulla propria attivitł; rilevato che il ricorrente ha chiesto anche diporre a carico della controparte le spese sostenute per il procedimento;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, inparticolare, la nota del 21 febbraio 2008 con la quale questa Autoritł, aisensi dell'art. 149, comma 1, del Codice, ha invitato il titolare deltrattamento a fornire riscontro alle richieste dell'interessato, nonchÄ la notadel 9 aprile 2008 con la quale questa Autoritł ha disposto la proroga deltermine per la decisione sul ricorso ai sensi dell'art. 149, comma 7, delCodice;

VISTA la memoria anticipata via fax il 17marzo 2008 con la quale Cerved Business Information S.p.A., nel ritenere lecitoil trattamento delle informazioni in questione tratte da archivi pubblici, hacomunicato che le stesse non sono tuttavia piŁ censite dalla societł la qualeautonomamente e a partire dal dicembre 2007, ha deciso di limitare i tempidella conservazione di tutte le informazioni di questo tipo;

VISTO il verbale dell'audizione del 19marzo 2008 nel corso della quale la resistente si Ć riportata alleconsiderazioni formulate nella propria memoria difensiva;

VISTA la nota inviata l'8 aprile 2008 conla quale il ricorrente ha sollevato alcune perplessitł in ordine al trattamentoeffettuato dalla societł;

RILEVATO che l'odierno ricorso vienepreso in considerazione in relazione alla richiesta di cancellazione dei datipersonali cosô come formulata con interpello preventivo del 17 maggio 2007 conesclusivo riferimento alle informazioni relative alle due ipoteche giudizialiiscritte nel 1999;

 RITENUTO di dover dichiarare, aisensi dell'art. 149, comma 2, del Codice, non luogo a provvedere sul ricorsodal momento che le informazioni in questione non risultano piŁ censite negliarchivi della resistente;

RITENUTO che sussistono giusti motivi percompensare le spese tra le parti tenuto anche conto del riscontro fornito dallaresistente che aveva gił cancellato le informazioni in questione prima dellapresentazione del ricorso;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni dell'Ufficioformulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento delGarante n. 1/2000;

RELATORE il prof. Francesco Pizzetti;

TUTTO CI˝ PREMESSO ILGARANTE

a) dichiara non luogo a provvederesul ricorso;

b) dichiara compensate le spese trale parti.

Roma,  19 maggio2008            

Il presidente
Pizzetti

Il relatore
Pizzetti

Il segretario generale
Buttarelli