Garante per la protezione
    dei dati personali


Provvedimento del 13maggio 2008

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti,vicepresidente, dei dott.ri Mauro Paissan e Giuseppe Fortunato, componenti, edel dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTA l'istanza ex artt. 7 e 8 del Codicein materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196) conla quale Giuseppina Luongo aveva chiesto all'Agenzia delle entrate-Ufficiolocale di Eboli la conferma dell'esistenza dei dati personali che lariguardano, con specifico riferimento alla posizione reddituale e fiscale pergli anni 2004, 2005, 2006 e 2007, e la loro comunicazione in formaintelligibile, nonchŽ l'indicazione dell'origine di tali dati, degli estremiidentificativi del titolare e del/i responsabile/i eventualmente designato/i,nonchŽ dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possonoessere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualitˆ di responsabilio incaricati;

VISTO il ricorso, pervenuto al Garante il7 aprile 2008, presentato da Giuseppina Luongo, rappresentata e difesadall'avv. Giovanni Di Ruggiero presso il cui studio ha eletto domicilio, neiconfronti dell'Agenzia delle entrate, con il quale la ricorrente, nelcomunicare di non aver ottenuto riscontro ha ribadito le proprie istanze e hachiesto, altres“, di porre a carico della resistente le spese sostenute per ilprocedimento;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, inparticolare, la nota dell'11 aprile 2008 con la quale questa Autoritˆ, ai sensidell'art. 149 del Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30giugno 2003, n. 196), ha invitato il titolare del trattamento a fornireriscontro alle richieste dell'interessata;

VISTA la nota pervenuta via fax il 24aprile 2008 con la quale l'Agenzia delle entrate-Direzione centrale audit esicurezza, nel manifestare l'intenzione di "aderire tempestivamentealle richieste avanzate" dallaricorrente, ha sostenuto di aver giˆ concordato un incontro per il 28 aprile2008, affinchŽ l'interessata possa "avere accesso alle informazionipersonali custodite nella banca dati dell'anagrafe tributaria";

VISTO il fax pervenuto il 28 aprile 2008con il quale la ricorrente ha comunicato che "in data odierna l'Agenziadelle Entrate, a mezzo del Capo area servizi, ha riscontrato i diritti diaccesso dell'interessata" e hachiesto che il Garante disponga "il non luogo a provvedere sul ricorsocon espressa rinuncia all'eventuale diritto di refusione delle speseprocedurali";

VISTO il fax pervenuto il 29 aprile 2008con il quale l'Agenzia delle entrate ha inviato copia del verbale relativo alleoperazioni di accesso;
RITENUTO di dover dichiarare non luogo aprovvedere sul ricorso, ai sensi dell'art. 149, comma 2, del Codice, avendo laresistente fornito, seppure solo dopo la presentazione del ricorso, un adeguatoriscontro alle richieste dell'interessata;

VISTA la documentazione in atti;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni dell'Ufficioformulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento delGarante n. 1/2000;

RELATORE il prof. Francesco Pizzetti;

TUTTO CIñ PREMESSO ILGARANTE

dichiara non luogo a provvedere sul ricorso.

Roma, 13 maggio 2008

Il presidente
Pizzetti

Il relatore
Pizzetti

Il segretario generale
Buttarelli