Garante per la protezione
    dei dati personali


Provvedimento del 24aprile 2008

 

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti, vicepresidente, del dott. Mauro Paissan, componente e del dott. GiovanniButtarelli, segretario generale;

VISTA l'istanza ex artt. 7 e 8 del Codicein materia di protezione dei dati personali inviata da Luigi d'Andrea a Telmas.r.l. con la quale l'interessato, in relazione a una comunicazione telefonicapromozionale ricevuta presso l'utenza fissa del proprio studio professionale,ha chiesto la comunicazione in forma intelligibile dei dati personali che loriguardano e di conoscerne l'origine, le finalitł, le modalitł e la logica deltrattamento, nonchÄ di ottenere l'indicazione degli estremi identificativicompleti del titolare e, se designato, del responsabile del trattamento e si Ćaltresô opposto al trattamento dei medesimi dati per fini promozionali,sollecitandone la cancellazione;

VISTO il ricorso, pervenuto al Garante il17 gennaio 2008, presentato da Luigi d'Andrea, rappresentato e difeso dall'avv.Antonio Caolo presso il cui studio ha eletto domicilio, nei confronti di Telmas.r.l., con il quale il ricorrente, nel rilevare l'assenza di qualsiasiriscontro da parte della societł dopo l'invio dell'istanza ex artt. 7 e 8 delCodice, ha ribadito le proprie richieste e ha chiesto di porre a carico dellaresistente le spese del procedimento;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, inparticolare, la nota del 23 gennaio 2008 con la quale questa Autoritł, ai sensidell'art. 149 del Codice, ha invitato il titolare del trattamento a fornireriscontro alle richieste dell'interessato, nonchÄ l'ulteriore nota del 12 marzo2008 con cui, ai sensi dell'art. 149, comma 7, del Codice, Ć stato prorogato iltermine per la decisione sul ricorso;

VISTE le note datate 7 febbraio 2008 e 26marzo 2008 con le quali la societł resistente, nel riscontrare le predetterichieste, ha sostenuto, tra l'altro, che il trattamento dei dati dell'interessatoĆ stato effettuato in esecuzione di "un contratto di agenzia avente peroggetto la commercializzazione di prodotti e servizi per conto di TelecomItalia S.p.A." la quale hafornito i dati medesimi "estraendoli dal DB Pagine Gialle di Seat";

RILEVATO che nella medesima nota iltitolare del trattamento, nel sostenere che l'operatore ha comunque fornito,durante la chiamata promozionale, un'informativa breve "il cui testogli Ć stato fornito da Telecom Italia", ha altresô dichiarato di aver gił cancellato i dati del ricorrentedalla propria lista;

VISTA la nota pervenuta via fax il 13febbraio 2008 con la quale il ricorrente, nel sottolineare la tardivitł delriscontro ottenuto, ha rinnovato la richiesta di porre a carico dellacontroparte le spese sostenute per il procedimento;

RITENUTO di dover dichiarare non luogo aprovvedere sul ricorso ai sensi dell'art. 149, comma 2, del Codice avendo iltitolare del trattamento fornito un sufficiente riscontro alle richiestedell'interessato, seppure solo dopo la presentazione del ricorso, sostenendo inparticolare, con attestazione della cui veridicitł l'autore risponde anche aisensi dell'art. 168 del Codice ("Falsitł nelle dichiarazioni enotificazioni al Garante"), diaver cancellato i dati personali del ricorrente;

VISTA la determinazione generale del 19ottobre 2005 sulla misura forfettaria dell'ammontare delle spese e dei dirittida liquidare per i ricorsi;

RITENUTO congruo, su questa base,determinare l'ammontare delle spese e dei diritti inerenti all'odierno ricorsonella misura forfettaria di euro 500, di cui euro 150 per diritti disegreteria, considerati gli adempimenti connessi, in particolare, allapresentazione del ricorso e ritenuto di porli a carico della societł resistentenella misura di euro 250, previa compensazione della residua parte per giustimotivi in considerazione del riscontro fornito all'interessato, seppure solodopo la presentazione del ricorso;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni dell'Ufficioformulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento delGarante n. 1/2000;

RELATORE il prof. Francesco Pizzetti;

TUTTO CI˝ PREMESSO ILGARANTE

a) dichiara non luogo a provvederesul ricorso;

b) determina nella misuraforfettaria di euro 500 l'ammontare delle spese e dei diritti del procedimentoposti, nella misura di 250 euro, previa compensazione della residua parte pergiusti motivi, a carico di Telma s.r.l., la quale dovrł liquidarli direttamentea favore del ricorrente.

Roma, 24 aprile 2008

Il presidente
Pizzetti

Il relatore
Pizzetti

Il segretario generale
Buttarelli