Garante per la protezione
    dei dati personali


Provvedimento del 13 marzo2008

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti,vicepresidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato,componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTO il ricorso presentato al Garante il6 dicembre 2007 da XY, rappresentato e difeso dall'avv. Barbara Simonetti, neiconfronti di Crif S.p.A., Experian Information Services S.p.A. e Ctc-Consorzioper la tutela del credito, con il quale il ricorrente ha ribadito la richiesta(precedentemente rivolta, piŁ volte, ai predetti titolari di sistemi diinformazioni creditizie ai sensi degli artt. 7 e s. del d.lg. 30 giugno 2003,n. 196, "Codice in materia di protezione dei dati personali") volta a ottenere la cancellazione dei dati che loriguardano riferiti a ritardi (successivamente regolarizzati) nel pagamento dialcune rate relative a una carta di credito (emessa da Bipielle Ducato S.p.A.ed estinta l'8 febbraio 2006), rilevando che i ritardi in questione erano statideterminati da gravi motivi (giustificati con documentazione prodotta) eche  non risultava quindi, a suo avviso, giustificato il termine diventiquattro mesi di conservazione di tali dati nei s.i.c., richiamato dallesocietł medesime in risposta al suo interpello preventivo;

RILEVATO che la richiesta dicancellazione avanzata nei confronti di Crif S.p.A. Ć relativa anche ainformazioni riferite a un prestito finalizzato ancora in corso (accordato daFindomestic Banca S.p.A.);

VISTO che, con il ricorso, il ricorrenteha infine chiesto di porre le spese del procedimento a carico dellecontroparti;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, inparticolare, la nota del 10 dicembre 2007 con la quale questa Autoritł, aisensi dell'art. 149, comma 1, del Codice, ha invitato i predetti titolari deltrattamento a fornire riscontro alle richieste dell'interessato, nonchÄ la notadel 25 gennaio 2008 con la quale Ć stata comunicata alle parti la proroga deltermine per la decisione sul ricorso;

VISTA la nota inviata via fax il 12 dicembre 2007 con la quale ExperianInformation Services S.p.A. ha comunicato di aver cancellato i dati personalirelativi ai ritardi nei pagamenti gił nell'aprile 2007 e di averlo comunicatoal ricorrente con nota (da cui gił risultava l'andamento regolare deipagamenti) che ha allegato al riscontro;

VISTA la nota del 20 dicembre 2007 con laquale il ricorrente, nel prendere atto di tale chiarimento, ha dichiarato di volerrinunciare al ricorso nei confronti di tale societł;

VISTA la nota inviata via fax il 21 dicembre 2007 con la quale Crif S.p.A., nelsottolineare la liceitł del trattamento effettuato, ha comunicato che ilrapporto di credito relativo alla carta rateale ora estinta, "pereffetto dell'avvenuto aggiornamento da parte dell'ente partecipante in data20.12.2007, risulta censito, come da report aggiornato che si allega (╔), senzaalcuna segnalazione di insolvenze"; lo stesso accade per le informazioni relative al prestito finalizzatoancora in corso che risulta censito "senza alcuna segnalazione diinsolvenze, per effetto dell'intervenuta cancellazione dei dati di tiponegativo per il decorso dei tempi di conservazione -12 mesi- previsti dall'art.6, comma 2, lett. a) del codice deontologico con riferimenti a ritardi neipagamenti non superiori a due rate o mesi successivamente regolarizzati";

VISTE le memorie depositate il 24dicembre 2007 e il 15 febbraio 2008 con le quali Ctc-Consorzio per la tuteladel credito, nell'affermare la correttezza del trattamento dei dati delricorrente effettuato, ha comunicato che "a oggi detto nominativo non Ćsegnalato in banca dati" inquanto i dati in questione (relativi a ritardi il cui termine di conservazionemassima sarebbe comunque ormai superato) sono stati cancellati gił nell'ottobre2007 e non piŁ contribuiti dalla societł partecipante;

VISTE le memorie pervenute l'11 febbraio2008 con le quali il ricorrente, nel prendere atto della cancellazione dei datidi tipo "negativo" chelo riguardano da parte delle resistenti, ha lamentato il ritardo con il qualetali operazioni sono state compiute tenuto conto dei gravi motivi addotti asupporto della propria richiesta di cancellazione dei dati;

RITENUTO che deve essere dichiarato nonluogo a provvedere sul ricorso, ai sensi dell'art. 149, comma 2, del Codice,nei confronti di Experian Information Services S.p.A. dal momento che ilricorrente ha rinunciato al ricorso proposto nei suoi confronti;

RITENUTO di dover parimenti dichiararenon luogo a provvedere sul ricorso, ai sensi dell'art. 149, comma 2, del Codicenei confronti di Crif S.p.A. e Ctc-Consorzio per la tutela del credito dalmomento che le stesse hanno comunicato di non conservare piŁ i dati personalirelativi ai ritardi oggetto della richiesta di cancellazione avanzata dalricorrente;

RILEVATO che sussistono giusti motivi percompensare le spese tra le parti tenuto conto del riscontro fornito dalleresistenti prima e dopo la presentazione del ricorso;

VISTA la documentazione in atti;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni dell'Ufficioformulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento delGarante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Mauro Paissan;

TUTTO CI˝ PREMESSO ILGARANTE

a) dichiara non luogo a provvedere sul ricorso;

b) dichiara compensate le spese delprocedimento.

Roma,  13 marzo 2008

IL PRESIDENTE
Pizzetti

IL RELATORE
Paissan

IL SEGRETARIO GENERALE
Buttarelli