Garante per la protezione
    dei dati personali


Provvedimento del 5 marzo2008

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti,vicepresidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato,componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTO il ricorso, pervenuto al Garante il30 novembre 2007, presentato da Pier Luigi Maria Lucatuorto nei confronti diDeutsche Bank S.p.A., con il quale il ricorrente, non avendo ottenutoriscontro, ha ribadito la richiesta avanzata ai sensi dell'art. 7 del Codice inmateria di protezione dei dati personali volta a ottenere la cessazione deltrattamento dei dati personali che lo riguardano per finalitą commerciali epromozionali, nonché l'attestazione che tale operazione Ź stata portata aconoscenza di coloro ai quali i dati sono stati eventualmente comunicati odiffusi; visto che con il medesimo ricorso il ricorrente ha chiesto, altresď,di porre a carico della resistente le spese sostenute per il procedimento;visto che il ricorrente ha precisato che in sede di stipulazione di uncontratto di finanziamento con la citata banca aveva negato espressamente ilconsenso all'inoltro di comunicazioni promozionali;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, inparticolare, la nota del 6 dicembre 2007 con la quale questa Autoritą, ai sensidell'art. 149 del Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30giugno 2003, n. 196), ha invitato il titolare del trattamento a fornireriscontro alle richieste dell'interessato, nonché la nota del 21 gennaio 2008con la quale questa Autoritą ha disposto, ai sensi dell'art. 149, comma 7, delCodice, la proroga del termine per la decisione sul ricorso;

VISTO che, con nota inviata via fax il 3 gennaio 2008, la societą resistente hasostenuto che l'inoltro di comunicazioni commerciali Ź stato frutto di "unerrore, generatosi nelle procedura automatizzata di spedizione di materialepromozionale";

VISTO che, con la medesima nota, DeutscheBank S.p.A. ha dichiarato di aver adottato le misure necessarie per impedire ilfuturo recapito, al domicilio dell'interessato, di comunicazioni di caratterepromozionale, assicurando altresď di non aver comunicato a terzi per finalitącommerciali i dati che lo riguardano;

VISTA la successiva nota inviata via fax il 5 febbraio 2008 con la quale il ricorrente hapreso atto dell'avvenuto riscontro da parte del titolare del trattamento,ribadendo la richiesta di porre a suo carico le spese del procedimento;

RITENUTO pertanto di dichiarare non luogoa provvedere sul ricorso, ai  sensi dell'art. 149, comma 2, del Codice,avendo il titolare del trattamento fornito un sufficiente riscontroall'interessato nel corso del procedimento;

VISTA la determinazione generale del 19ottobre 2005 sulla misura forfettaria dell'ammontare delle spese e dei dirittida liquidare per i ricorsi;

RITENUTO congruo, su questa base,determinare l'ammontare delle spese e dei diritti inerenti all'odierno ricorsonella misura forfettaria di euro 500, di cui euro 150 per diritti disegreteria, considerati gli adempimenti connessi, in particolare, allapresentazione del ricorso e ritenuto di porli a carico di Deutsche Bank S.p.A.nella misura di euro 300, previa compensazione della residua parte per giustimotivi, tenuto conto della mancanza di un tempestivo riscontro da parte dellabanca resistente;

VISTA la documentazione in atti;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni dell'Ufficioformulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento delGarante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Mauro Paissan;

TUTTO CIŮ PREMESSO ILGARANTE

a) dichiara non luogo a provvederesul ricorso;

b) determina nella misura forfettariadi euro 500 l'ammontare delle spese e dei diritti del procedimento posti inmisura pari a 300 euro, previa compensazione per giusti motivi della residuaparte, a carico di Deutsche Bank S.p.A., la quale dovrą liquidarli direttamentea favore del ricorrente.

Roma, 5 marzo 2008

IL PRESIDENTE
Pizzetti

IL RELATORE
Paissan

IL SEGRETARIO GENERALE
Buttarelli