Garante per la protezione
    dei dati personali


Provvedimento del 28febbraio 2008

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti,vicepresidente, del dott. Giuseppe Fortunato e del dott. Mauro Paissan,componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTO il ricorso presentato al Garante il22 novembre 2007 da XY, rappresentata e difesa dall'avv. Karim Dahmouni, neiconfronti del Ministero dell'interno-Ufficio territoriale delGoverno-Prefettura di Imperia, con il quale la ricorrente ha ribadito lerichieste formulate ai sensi degli artt. 7 e 8 del Codice, con le quali avevachiesto di accedere ai dati personali che la riguardano concernenti le sanzioniche le sono state irrogate per infrazioni stradali commesse nell'anno 1995 (ivicompresa una sanzione iscritta a ruolo con n. 3267/2000), le relazioni dinotifica dei verbali di accertamento, delle ordinanze-ingiunzione e degliulteriori atti di cui la ricorrente sarebbe stata destinataria o gli altri daticontenuti nelle cartelle esattoriali aventi come destinataria la ricorrentemedesima;

VISTO che quest'ultima ha anche chiestodi porre a carico dell'amministrazione resistente le spese sostenute per ilprocedimento;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, inparticolare, la nota del 30 novembre 2007 con la quale questa Autoritł, aisensi dell'art. 149 del Codice in materia di protezione dei dati personali(d.lg. 30 giugno 2003, n. 196), ha invitato il titolare del trattamento a fornireriscontro alle richieste dell'interessata, nonchÄ l'ulteriore nota del 15gennaio 2008 con cui, ai sensi dell'art. 149, comma 7, del Codice, Ć statoprorogato il termine per la decisione sul ricorso;

VISTA la nota datata 11 dicembre 2007 conla quale l'Ufficio territoriale del Governo-Prefettura di Imperia, nel fornirealcune informazioni relative all'estratto di ruolo relativo alla cartellaesattoriale pervenuto alla ricorrente con riferimento alla sanzioneamministrativa elevata nel 1995, ha comunicato che "i verbali relativia violazioni del Codice della strada relativi all'anno 1995 sono di regolaoggetto di scarto quinquennale per disposto di legge";

VISTA la nota del 16 gennaio 2008 con laquale la ricorrente ha ribadito la propria richiesta di accesso ritenendoinsoddisfacente il riscontro ottenuto;

VISTA la nota del 21 gennaio 2008 con laquale la Prefettura di Imperia ha confermato (anche sulla scorta di una notainoltrata dalla Polizia stradale di Imperia) che il verbale in questione, "inmancanza di ricorsi amministrativi e/o giurisdizionali Ć stato oggetto discarto di atti d'archivio quinquennale, come previsto dalla legge";

RITENUTO che deve essere dichiarato nonluogo a provvedere sul ricorso, ai sensi dell'art. 149, comma 2, del Codice, dalmomento che l'amministrazione resistente ha dichiarato, con attestazione dellacui veridicitł l'autore risponde anche ai sensi dell'art. 168 del Codice ("Falsitłnelle dichiarazioni e notificazioni al Garante"), di non detenere i dati personali oggetto dellaspecifica istanza della ricorrente;

VISTA la documentazione in atti;

VISTA la determinazione generale del 19ottobre 2005 sulla misura forfettaria dell'ammontare delle spese e dei dirittida liquidare per i ricorsi;

RITENUTO congruo, su questa base, determinarel'ammontare delle spese e dei diritti inerenti all'odierno ricorso nella misuraforfettaria di euro 500, di cui euro 150 per diritti di segreteria, consideratigli adempimenti connessi, in particolare, alla presentazione del ricorso eritenuto di porli a carico di Ministero dell'interno-Ufficio territoriale delGoverno-Prefettura di Imperia in ragione del mancato tempestivo riscontro allerichieste della ricorrente, nella misura di 200 euro, previa compensazionedella residua parte per giusti motivi;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni dell'Ufficioformulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento delGarante n. 1/2000;

RELATORE il prof. Francesco Pizzetti;

TUTTO CI˝ PREMESSO ILGARANTE

a) dichiara non luogo a provvederesul ricorso;

b) determina nella misuraforfettaria di euro 500 l'ammontare delle spese e dei diritti del procedimentoposti in misura pari a 200 euro, previa compensazione per giusti motivi dellaresidua parte, a carico di Ministero dell'interno-Ufficio territoriale delGoverno-Prefettura di Imperia, la quale dovrł liquidarli direttamente a favoredella ricorrente.

Roma, 28 febbraio 2008

IL PRESIDENTE
Pizzetti

IL RELATORE
Pizzetti

IL SEGRETARIO GENERALE
Buttarelli