Garante per la protezione
    dei dati personali


Provvedimento del 28febbraio 2008

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti,vicepresidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato,componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTO il ricorso presentato al Garante il4 gennaio 2008 da XY, ZX e WK (rappresentati e difesi dall'avv. AlessandroCajola) nei confronti dell'Universitˆ degli studi Roma Tre, con il quale gliinteressati, giˆ iscritti a un corso di specializzazione all'insegnamentosecondario svolto presso la medesima universitˆ, non avendo ricevuto idoneoriscontro a un'istanza avanzata ai sensi dell'art. 7 del Codice in materia diprotezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196), hanno ribadito lapropria richiesta volta a ottenere la comunicazione degli estremiidentificativi del titolare del trattamento e del responsabile eventualmentedesignato con specifico riferimento al trattamento di dati personali che liriguardano contenuti in un file reso disponibile sul sito Internetdell'Universitˆ;

RILEVATO che gli interessati hannochiesto anche di porre a carico della resistente le spese sostenute per ilprocedimento;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, inparticolare, la nota del 10 gennaio 2008 con la quale questa Autoritˆ, ai sensidell'art. 149 del Codice, ha invitato il titolare del trattamento a fornireriscontro alle richieste degli interessati;

VISTE le memorie pervenute via fax il 28e il 31 gennaio 2008 con le quali l'Universitˆ resistente (rappresentata edifesa dall'avv. Simona De Marco) ha fornito riscontro alle richieste degliinteressati, illustrando anche le finalitˆ del trattamento volto a rendere notigli elenchi degli studenti titolari del diritto all'elettorato attivo e passivoin ossequio a quanto previsto dalla disciplina in materia di elezione delConsiglio nazionale degli studenti universitari;

RILEVATO che la resistente hachiesto di compensare le spese relative al procedimento, ritenendo di avernegato legittimamente il riscontro agli interpelli preventivi avanzati dallegale degli interessati dal momento che lo stesso (come fattogli rilevare conuna nota del 20 dicembre 2007, che ha allegato) non aveva allegato prova delproprio potere rappresentativo;

VISTA la memoria pervenuta via fax il 1¡febbraio 2008 con la quale gli interessati, nel prendere atto dell'adesionespontanea della controparte, hanno insistito sulla richiesta relativa allespese, considerando che la nota del 20 dicembre 2007 (come da documentazione inatti) sarebbe stata per˜ spedita dall'Ateneo resistente solo il 31 dicembre2007 e pervenuta dopo la presentazione del ricorso medesimo;

RITENUTO di dover dichiarare non luogo aprovvedere sul ricorso, ai sensi dell'art. 149, comma 2, del Codice, avendol'ente resistente fornito un idoneo riscontro nel corso del procedimento;

VISTA la documentazione in atti;

VISTA la determinazione generale del 19ottobre 2005 sulla misura forfettaria dell'ammontare delle spese e dei dirittida liquidare per i ricorsi;

RITENUTO congruo, su questa base,determinare l'ammontare delle spese e dei diritti inerenti all'odierno ricorsonella misura forfettaria di euro 500, di cui euro 150 per diritti disegreteria, considerati gli adempimenti connessi, in particolare, allapresentazione del ricorso e ritenuto di porli a carico della resistente nellamisura di euro 150, previa compensazione della residua parte per giusti motivi,tenuto conto del riscontro fornito nel corso del procedimento;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni dell'Ufficioformulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento delGarante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Mauro Paissan;

TUTTO CIñ PREMESSO ILGARANTE

a) dichiara non luogo a provvederesul ricorso;

b) determina nella misuraforfettaria di euro 500 l'ammontare delle spese e dei diritti del procedimentoposti in misura pari a 150 euro, previa compensazione per giusti motivi dellaresidua parte, a carico della resistente, la quale dovrˆ liquidarlidirettamente a favore dei ricorrenti.

Roma, 28 febbraio 2008

IL PRESIDENTE
Pizzetti

IL RELATORE
Paissan

IL SEGRETARIO GENERALE
Buttarelli