Garante per la protezione
    dei dati personali


Provvedimento del 15febbraio 2008

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti,vicepresidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato,componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTO il ricorso presentato al Garantel'8 novembre 2007 da Luca Marcon nei confronti di Assilt-Associazione perl'assistenza sanitaria integrativa ai lavoratori delle aziende del gruppoTelecom Italia, con il quale l'interessato, dipendente Telecom e socio diAssilt, non avendo ricevuto riscontro a un'istanza avanzata ai sensi dell'art.7 del Codice in materia di protezione dei dati personali (d. lg. 30 giugno2003, n. 196), ha ribadito le proprie richieste volte a ottenere la confermadell'esistenza di dati personali che lo riguardano e la loro comunicazione informa intelligibile, nonchÄ l'indicazione dell'origine di tali dati, dellemodalitł, della logica e delle finalitł del trattamento, degli estremiidentificativi del titolare e del/i responsabile/i eventualmente designato/i,nonchÄ dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possonoessere comunicati;

VISTO che con il medesimo ricorso ilricorrente ha chiesto, altresô, di porre a carico della resistente le spesesostenute per il procedimento;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, inparticolare, la nota del 15 novembre 2007 con la quale questa Autoritł, aisensi dell'art. 149 del Codice, ha invitato il titolare del trattamento afornire riscontro alle richieste dell'interessato, nonchÄ l'ulteriore nota del4 gennaio 2008 con cui, ai sensi dell'art. 149, comma 7, del Codice, Ć statoprorogato il termine per la decisione sul ricorso;

VISTA la nota pervenuta il 6 dicembre2007 con la quale la resistente ha confermato "l'esistenza negliarchivi elettronici dei dati personali del sig. Marcon generati dalla suadomanda di iscrizione all'associazione e dalle sue richieste di rimborso perprestazioni sanitarie sostenute",ne ha indicato la tipologia e ha fornito indicazioni in ordine alle restantirichieste formulate ai sensi dell'art. 7, comma 2, del Codice;

VISTE le note inviate via fax il 3 dicembre 2007, il 2 e il 28 gennaio e il 5febbraio 2008 con le quali il ricorrente ha contestato tale riscontrorilevandone l'incompletezza anche in relazione ai dati personali che loriguardano relativi alla sorveglianza sanitaria di cui al d.lg. n. 626/1994che, come gli avrebbe comunicato la propria datrice di lavoro, sarebbero conservatipresso Assilt in qualitł di responsabile del trattamento;

VISTE le note pervenute il 18 gennaio eil 5 febbraio 2008 con le quali la resistente ha dichiarato che "a fardata dal 30 settembre 2005 Assilt non svolge piŁ per Telecom Italia S.p.A. alcunaattivitł correlata all'effettuazione delle valutazioni cliniche previste dallasorveglianza sanitaria di cui al d.lg. n. 626/1994; conseguentemente (╔) gliarchivi informatici e le cartelle sanitarie dei soggetti sottoposti asorveglianza sanitaria sono state restituite alla Telecom Italia S.p.A." e che quindi "Assilt non detiene piŁ nessundato riferito ai soggetti sottoposti a visita";

VISTA la nota pervenuta l'8 febbraio 2008con la quale il ricorrente ha ribadito le proprie richieste;

RILEVATO che Assilt non ha fornito unidoneo riscontro alla richiesta di accesso ai dati personali formulata dalricorrente, essendosi limitata a comunicare solo la tipologia dei dati che loriguardano (dati anagrafici, relativi a richieste di rimborso, etc.), senza procedere,come previsto dall'art. 10 del Codice, alla loro estrapolazione dai propriarchivi e alla loro comunicazione in modo intelligibile;

RITENUTO, pertanto, di dover accogliereil ricorso in relazione alla richiesta di accesso ai dati personali del ricorrentee di dover ordinare alla resistente di aderire a tale richiesta, comunicandoall'interessato, entro il 25 marzo 2008, nei limiti e con le modalitł di cuiall'art. 10 del Codice, tutti i dati personali detenuti in qualsiasi forma e inqualsiasi sede (centrale o periferica), dando conferma dell'avvenutoadempimento a questa Autoritł entro il medesimo termine;

RITENUTO, invece, che deve esseredichiarato non luogo a provvedere sul ricorso, ai sensi dell'art. 149, comma 2,del Codice, in ordine alle altre richieste formulate ai sensi dell'art. 7 delCodice in relazione alle quali Assilt ha fornito un sufficiente riscontro;

VISTA la documentazione in atti;

VISTA la determinazione generale del 19ottobre 2005 sulla misura forfettaria dell'ammontare delle spese e dei dirittida liquidare per i ricorsi;

RITENUTO congruo, su questa base,determinare l'ammontare delle spese e dei diritti inerenti all'odierno ricorsonella misura forfettaria di euro 500, di cui euro 150 per diritti disegreteria, considerati gli adempimenti connessi, in particolare, allapresentazione del ricorso e ritenuto di porli a carico di Assilt nella misuradi euro 350, previa compensazione della residua parte per giusti motivi, tenutoconto del parziale riscontro fornito dalla stessa nel corso del procedimento;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni dell'Ufficioformulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento delGarante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Giuseppe Fortunato;

TUTTO CI˝ PREMESSO ILGARANTE

a) accoglie il ricorso in ordinealla richiesta del ricorrente di accedere a tutti i dati personali che loriguardano comunque detenuti dalla resistente e non ancora comunicati e ordinaalla stessa di aderire a tale richiesta, nei limiti e con le modalitł di cuiall'art. 10 del Codice, entro il 25 marzo 2008, dando conferma dell'avvenutoadempimento a questa Autoritł entro il medesimo termine;

b) dichiara non luogo a provvederesul ricorso in ordine alle altre richieste formulate ai sensi dell'art. 7 delCodice;

c) determina nella misuraforfettaria di euro 500 l'ammontare delle spese e dei diritti del procedimentoposti in misura pari a 350 euro, previa compensazione per giusti motivi dellaresidua parte, a carico di Assilt, la quale dovrł liquidarli direttamente afavore del ricorrente.

Roma, 15 febbraio 2008

IL PRESIDENTE
Pizzetti

IL RELATORE
Fortunato

IL SEGRETARIO GENERALE
Buttarelli