Garante per la protezione
    dei dati personali


Provvedimento del 15febbraio 2008

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti,vicepresidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato,componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTA l'istanza del 15 settembre 2007 conla quale XY ha chiesto al Comune di Salerno, ai sensi degli artt. 7 e 8 delCodice in materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n.196), la conferma dell'esistenza dei dati personali che lo riguardano (inparticolare, di quelli relativi all'accertamento di una violazione delle normedel codice della strada a seguito di un incidente stradale avvenuto il 19agosto 2007) e la loro comunicazione in forma intelligibile, l'indicazionedell'origine di tali dati, delle modalitł, della logica e delle finalitł deltrattamento, degli estremi identificativi del titolare e del responsabileeventualmente designato, nonchÄ dei soggetti o delle categorie di soggetti aiquali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza inqualitł di responsabili o incaricati;

VISTO il riscontro in data 25 settembre2007 con il quale il Comune di Salerno, nel fornire le informazioni di cuiall'art. 7, comma 2, del Codice, ha dato conferma dell'esistenza dei datipersonali del ricorrente e ha comunicato quelli contenuti nel verbale dicontestazione del 19 agosto 2007;

VISTO il ricorso regolarizzato il 14novembre 2007 da XY (rappresentato e difeso dall'avv. Giovanni Di Ruggiero) neiconfronti del Comune di Salerno-Comando polizia municipale, con il quale ilricorrente, non ritenendo idoneo il riscontro ottenuto, ha ribadito larichiesta volta a conoscere i dati personali che lo riguardano contenuti nelrapporto relativo all'incidente stradale del 19 agosto 2007, la logica e gliestremi identificativi dei responsabili del trattamento eventualmentedesignati;

RILEVATO che il ricorrente ha anchechiesto di porre a carico dell'ente resistente le spese sostenute per ilprocedimento;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, inparticolare, la nota del 19 novembre 2007 con la quale questa Autoritł, aisensi dell'art. 149 del Codice, ha invitato il titolare del trattamento afornire riscontro alle richieste dell'interessato, nonchÄ l'ulteriore nota del10 gennaio 2008 con cui, ai sensi dell'art. 149, comma 7, del Codice, Ć statoprorogato il termine per la decisione sul ricorso;

VISTA la memoria inviata via fax il 12 dicembre 2007 con la quale il Comune diSalerno–Comando polizia municipale ha integrato il precedente riscontro,comunicando i dati contenuti nel rapporto relativo al citato incidente stradalee rilevando che copia dello stesso era stata rilasciata a seguito di istanzaformulata dal ricorrente il 21 agosto 2007 e che i responsabili del trattamentodei dati in questione erano gił stati indicati al ricorrente con il riscontrodel 25 settembre 2007;

VISTA la nota inviata via fax il 17 dicembre 2007 con la quale il ricorrente haribadito la propria richiesta relativa alle spese del procedimento;

RITENUTO di dover dichiarare non luogo aprovvedere sul ricorso ai sensi dell'art. 149, comma 2, del Codice, avendo iltitolare del trattamento precisato, nel corso del procedimento, il riscontrogił fornito prima della proposizione del ricorso;

VISTA la documentazione in atti;

RITENUTO che sussistano giusti motivi percompensare integralmente le spese tra le parti;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni dell'Ufficioformulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento delGarante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Giuseppe Chiaravalloti;

TUTTO CI˝ PREMESSO ILGARANTE

a) dichiara non luogo a provvederesul ricorso;

b) dichiara compensate le spese trale parti.

Roma, 15 febbraio 2008

IL PRESIDENTE
Pizzetti

IL RELATORE
Chiaravalloti

IL SEGRETARIO GENERALE
Buttarelli