Garante per la protezione
    dei dati personali


Provvedimento del 17gennaio 2008

GARANTE PER LA PROTEZIONEDEI DATI PERSONALI

Nella riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti,vicepresidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato,componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTO il ricorso regolarizzato l'11ottobre 2007 con il quale Sante Lessi ha ribadito nei confronti della RegioneAutonoma Valle D'Aosta la propria richiesta, formulata all'ente ai sensi degliartt. 7 e 8 del Codice, volta ad ottenere, quale "nipote" di PalmiraBaita (dalla cui linea ereditaria l'interessato era risultato escluso "abeneficio di un unico erede, nominato dalla defunta in un periodo di gravemenomazione del proprio stato fisico e psichico"), deceduta ad Aosta il 28 maggio 2004, la confermadell'esistenza di dati personali che riguardano la predetta defunta e diottenerne la comunicazione in forma intelligibile, di conoscere l'origine deidati, le finalitą, le modalitą e la logica su cui si basa il trattamento,nonché gli estremi identificativi del responsabile del trattamentoeventualmente designato;

VISTO che con il medesimo ricorso ilricorrente ha chiesto, altresď, di porre a carico della resistente le spese delprocedimento;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, inparticolare, la nota del 15 ottobre 2007 con la quale questa Autoritą, ai sensidell'art. 149, comma 1, del Codice in materia di protezione dei dati personali(d.lg. 30 giugno 2003, n. 196), ha invitato il titolare del trattamento afornire riscontro alle richieste del ricorrente; nonché la successiva nota del30 novembre 2007 con la quale questa Autoritą ha disposto la proroga deltermine per la decisione sul ricorso;

VISTA la nota datata 25 ottobre 2007 conla quale l'ente resistente, per il tramite della Direzione politiche sociali,ha comunicato "la determinazione di aderire alle richieste delricorrente", trasmettendo allostesso "la documentazione in possesso della segreteria dell'Unitą diValutazione geriatrica";

VISTA la nota inviata via fax il 28novembre 2007 con la quale il ricorrente ha, tra l'altro, espresso "soddisfazioneper l'adesione, seppur in sede contenziosa, dell'ente territoriale", ribadendo la sola richiesta di porre a carico dellaresistente le spese del procedimento;

RILEVATO che il ricorrente, Ź legittimatoad accedere ai dati personali, eventualmente anche di natura sensibile,riferiti alla parente defunta; ciė, ai sensi dell'art. 9, comma 3, del Codice,che riconosce tale diritto a "chi ha un interesse proprio, o agisce atutela dell'interessato o per ragioni familiari meritevoli di protezione";

RITENUTO, in ragione del riscontrofornito dalla Regione Autonoma Valle D'Aosta nel corso del procedimento, didover dichiarare non luogo a provvedere sul ricorso ai sensi dell'art. 149,comma 2, del Codice nei confronti dell'indicato titolare del trattamento;

VISTA la determinazione generale del 19ottobre 2005 sulla misura forfettaria dell'ammontare delle spese e dei dirittida liquidare per i ricorsi;

RITENUTO congruo, su questa base,determinare l'ammontare delle spese e dei diritti inerenti all'odierno ricorsonella misura forfettaria di euro 500, di cui euro 150 per diritti disegreteria, considerati gli adempimenti connessi, in particolare, allapresentazione del ricorso e ritenuto di porli a carico di Regione AutonomaValle D'Aosta nella misura di euro 300, previa compensazione della residuaparte per giusti motivi;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni formulate dalsegretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento del Garante n.1/2000;

RELATORE il dott. Giuseppe Fortunato;

TUTTO CIŮ PREMESSO ILGARANTE

a) dichiara non luogo a provvedere sulricorso;

b) determina nella misuraforfettaria di euro 500 l'ammontare delle spese e dei diritti del procedimentoposti, nella misura di 300 euro  previa compensazione della residua parteper giusti motivi, a carico di Regione Autonoma Valle D'Aosta, la quale dovrąliquidarli direttamente a favore del ricorrente.

Roma, 17 gennaio 2008

IL PRESIDENTE
Pizzetti

IL RELATORE
Fortunato

IL SEGRETARIO GENERALE
Buttarelli