Garante per la protezione
    dei dati personali


Provvedimento del 10gennaio 2008

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti,vicepresidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato,componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTA l'istanza ex artt. 7 e 8 del Codicein materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196) conla quale Nadia D'Antonio ha chiesto all'Arma dei carabinieri–Stazione diSalerno/Fratte, in relazione al verbale di contestazione n. 1167850, laconferma dell'esistenza di dati personali che la riguardano (relativiall'accertamento di una violazione del codice della strada) e la lorocomunicazione in forma intelligibile, nonchÄ l'indicazione dell'origine di talidati, delle modalitł, della logica e delle finalitł del trattamento, degliestremi identificativi del titolare e del responsabile eventualmente designato,nonchÄ dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possonoessere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualitł di responsabilio incaricati;

VISTO il ricorso pervenuto al Garante il4 ottobre 2007, presentato da Nadia D'Antonio, rappresentata e difesa dall'avv.Giovanni Di Ruggiero presso il cui studio ha eletto domicilio, nei confrontidell'Arma dei carabinieri, con il quale la ricorrente, nel sostenere di nonaver ottenuto riscontro, ha ribadito le proprie richieste e ha chiesto,altresô, di porre a carico della resistente le spese sostenute per ilprocedimento;

VISTI gli ulteriori atti d'ufficio e, inparticolare, la nota del 9 ottobre 2007 con la quale questa Autoritł, ai sensidell'art. 149 del Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30giugno 2003, n. 196), ha invitato il titolare del trattamento a fornireriscontro alle richieste dell'interessata, nonchÄ la successiva nota del 9novembre 2007 con la quale questa Autoritł ha disposto la proroga del termineper la decisione sul ricorso;

VISTA la nota datata 26 ottobre 2007 allaquale il Comando regione carabinieri Campania ha allegato copia della "comunicazione,in forma intelligibile, delle risultanze degli accertamenti esperiti presso ilComando Stazione Carabinieri di Salerno/Fratte", indicando anche il soggetto (Poste italiane S.p.A.)cui i dati sono stati trasmessi telematicamente "al fine di consentirela riscossione dell'importo concernente la contravvenzione elevata";

VISTA la nota datata 5 novembre 2007 conla quale la ricorrente ha sostenuto che le predette "comunicazioni (╔) non valgono a soddisfare integralmente lerichieste" dalla stessaformulate, ritenendo in particolare "generico" il riferimento fatto dal Comando resistente allasola tipologia dei dati personali che la riguardano senza un'analiticacomunicazione dei medesimi;

VISTO il fax inviato il 10 dicembre 2007con il quale il Comando regione carabinieri Campania ha comunicato i datirichiesti allegando copia del verbale di contestazione e specificando anche ilnominativo del responsabile del trattamento dei relativi dati;

RITENUTO, pertanto, di dover dichiararenon luogo a provvedere sul ricorso ai sensi dell'art. 149, comma 2, del Codice,avendo il titolare del trattamento fornito sufficiente riscontro alle richiestedell'interessata;

VISTA la documentazione in atti;

RILEVATO che la ricorrente non ha versatoi diritti di segreteria dichiarando sotto la propria responsabilitł di trovarsinelle condizioni per l'ammissione al patrocinio (artt. 76 ss. d.P.R. 30 maggio2002, n. 115) e ritenuto che sussistono giusti motivi per compensare le spesetra le parti anche in ragione dei riscontri comunque forniti dal titolare deltrattamento;

VISTI gli artt. 145 e ss. del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni dell'Ufficioformulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento delGarante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Giuseppe Fortunato;

TUTTO CI˝ PREMESSO ILGARANTE:

a) dichiara non luogo a provvederesul ricorso;


b) dichiara compensate le spese del procedimento.

Roma, 10 gennaio 2008

IL PRESIDENTE
Pizzetti

IL RELATORE
Fortunato

IL SEGRETARIO GENERALE
Buttarelli