Garante per la protezione
    dei dati personali


Parere del Garante  suuno schema di regolamento riguardante dati e operazioni che il Ministerodell'economia e delle finanze è autorizzato a trattare ed effettuare inapplicazione della normativa sul funzionamento dei registri dei revisori legalie dei tirocinanti

PROVVEDIMENTO DEL 15DICEMBRE 2011

Registro dei provvedimenti
n. 485 del 15dicembre 2011

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza del prof. Francesco Pizzetti,presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti, vice presidente, del dott. MauroPaissan e del dott. Giuseppe Fortunato, componenti e del dott. Daniele DePaoli, segretario generale;

Vista la richiesta di parere del Ministero dell'economia e dellefinanze;

Visti gli articoli 20, 21 e 154, comma 4, del Codice in materia diprotezione dei dati personali (d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196);

Vista la documentazione in atti;

Viste le osservazioni dell'Ufficio formulate dal segretario generaleai sensi dell'art. 15 del regolamento del Garante n. 1/2000;

Relatore il dott. Giuseppe Chiaravalloti;

PREMESSO

Il Ministero dell'economia e delle finanze  ha richiesto il pareredel Garante in ordine a uno schema di regolamento concernente l'individuazionedei tipi di dati e di operazioni che l'Amministrazione è legittimata,rispettivamente a trattare e ad effettuare, ai sensi degli articoli 20, 21 e 22del Codice in materia di protezione dei dati personali di cui al d.lg. n.196/2003 (d'ora innanzi "Codice").

Lo schema di regolamento inserisce nel decreto del Ministrodell'economia e delle finanze 29 novembre 2007, n. 255 ("Regolamento diattuazione degli articoli 20, 21 e 181 del decreto legislativo 30 giugno 2003,n. 196, recante Codice in materia di protezione dei dati personali") unanuova scheda riguardante il trattamento di dati effettuato per accertare irequisiti di onorabilità delle persone che intendono iscriversi nei registri dicompetenza del Ministero dell'economia e delle finanze, ed in particolare nelregistro dei revisori legali e dei tirocinanti.

L'odierno schema di integrazione del predetto decreto n. 255 del 2007si è reso necessario per disciplinare il trattamento di "datigiudiziari" (come definiti dall'articolo 4, comma 1, lett. e, del Codice),in attuazione dei decreti sul funzionamento del registro dei revisori legali edi quello dei tirocinanti adottati dal Ministero dell'economia e delle finanzein applicazione dell'articolo 6 del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39,sui cui schemi il Garante ha reso recentemente parere, riservandosi, appunto,l'esame anche del presente schema, che completa la materia.

RILEVATO

La materia oggetto del presente schema di regolamento è di particolaredelicatezza sotto il profilo della protezione dei dati personali in quantoriguarda il trattamento di "dati giudiziari", per il quale sonopreviste particolari garanzie (artt. 20, 21 e 22 del Codice).

In particolare tale trattamento si rende necessario in sede diaccertamenti compiuti dal Ministero dell'economia e delle finanze sul possessodei requisiti di onorabilità richiesti per l'iscrizione al Registro deirevisori legali nonché al registro dei tirocinanti, attraverso l'acquisizione,tra l'altro, del certificato del casellario giudiziale, dei carichi pendenti edi quello relativo alla sottoposizione a misure di prevenzione.

Il trattamento di tali dati è autorizzato da norme di legge chespecificano le finalità di rilevante interesse pubblico di cui all'articolo 21del Codice, in quanto, da un lato, la fattispecie in questione riguardal'accertamento, da parte di soggetti pubblici, dei requisiti di onorabilitàdelle persone (art. 69 del Codice), e, dall'altro, la consultazione diretta, daparte di una pubblica amministrazione, degli archivi dell'amministrazionecertificante "finalizzataŠal controllo sulle dichiarazioni sostitutivepresentate dai cittadini" si considera operata per una finalità dirilevante interesse pubblico (art. 43, comma 2, d.P.R. n. 445/2000).

Per conformare pienamente la disciplina dell'iscrizione e dellacancellazione dai predetti registri alle garanzie sancite dal Codice econsentire, così, all'Amministrazione interessata di trattare dati giudiziari inmaniera legittima, l'odierno schema – con l'inserimento di un'appositascheda nel decreto del Ministro dell'economia e delle finanze 29 novembre 2007,n. 255 - in ossequio ai requisiti previsti dal medesimo articolo 21 del Codice,individua i tipi di dati e di operazioni che l'amministrazione è autorizzata,rispettivamente, a trattare e ad effettuare.

CONSIDERATO

Il parere è reso su di una versione dello schema di regolamento chetiene conto degli approfondimenti e delle indicazioni suggeriti dall'Ufficiodel Garante ai competenti uffici dell'Amministrazione interessata nel corso diuna riunione, volti a perfezionare il testo e a rendere effettivo il dirittoalla protezione dei dati personali degli interessati nell'ambito deitrattamenti previsti dai predetti regolamenti.

Le osservazioni dell'Ufficio hanno riguardato, in particolare, una piùprecisa indicazione delle finalità di rilevante interesse pubblico perseguitedal trattamento, consistenti nell'accertamento dei requisiti di onorabilità enella verifica dei dati negli archivi delle amministrazioni certificanti; lemodalità della raccolta dei dati e, più in generale, del trattamento.

L'odierno schema recepisce integralmente le predette osservazionidell'Ufficio e, pertanto, il Garante non ha osservazioni da formulare.

IL GARANTE

esprime parere favorevole sullo schema di regolamento recanteintegrazione del decreto del Ministro dell'economia e delle finanze 29 novembre2007, n. 255, e concernente l'individuazione dei tipi di dati e di operazioniche l'Amministrazione interessata è autorizzata, rispettivamente, a trattare ead effettuare in applicazione della normativa sul funzionamento dei registridei revisori legali e dei tirocinanti.

Roma, 15 dicembre 2011

Il presidente
Pizzetti

Il relatore
Chiaravalloti

Il segretario generale
De Paoli