Home>Garante>E-commerce, Internet, Marketing, Provvedimenti>Servizi online: no a consenso “obbligato” per finalità promozionali