Home>Garante>Call Center, Marketing, Provvedimenti, Telecomunicazioni>Call center non risponde alle richieste del Garante perché la PEC è ancora in uso all’amministratore cessato. Giustificazione non esimente: ir...

Call center non risponde alle richieste del Garante perché la PEC è ancora in uso all’amministratore cessato. Giustificazione non esimente: irrogata sanzione dal 10 mila euro

10.000 Euro di sanzione a un contact center per aver ripetutamente omesso di rispondere alle richieste di chiarimento del Garante in merito alle segnalazioni pervenutegli circa alcune chiamate promozionali. Vana la difesa del legale rappresentante che, insediato successivamente all’invio delle richieste del Garante all’indirizzo PEC della Società, sostiene che l’account era ancora in uso al precedente amministratore. La PEC aziendale deve, infatti, essere sotto controllo del personale in carica.

Vai al Provvedimento

2017-05-21T11:07:01+00:00 1 giugno 2016|Call Center, Marketing, Provvedimenti, Telecomunicazioni|