U.N.I.R.E.

Unione Nazionale perl’Incremento delle Razze Equine

 

Deliberazione delCommissario n. 5

 

REGOLAMENTO PER ILTRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI

 

 

IL COMMISSARIO

VISTO il D.L.vo 29 ottobre1999, n. 449, “Riordino dell’Unione Nazionale per l’Incremento delle RazzeEquine (UNIRE), a norma dell’art. 11 della legge 15 marzo 1997 n. 59”;

VISTO il D.L. del 24giugno 2003, n. 147, convertito nella Legge 1 agosto 2003, n. 200;

VISTO il D.Lgs. del 30marzo 2001, n. 165;

VISTO lo Statuto dell’UNIREapprovato con Decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali diconcerto con il Ministro dell’economia e delle finanze in data 2 luglio 2004;

VISTO il DPCM 26 settembre2006 di nomina del Commissario governativo dell’UNIRE;

VISTO il decretolegislativo 30 giugno 2003, n. 196, "Codice in materia di protezionedei dati personali", di seguitoCodice;

PREMESSO CHE :

 

• gli articoli 20, comma2, e 21, comma 2, del citato Codice stabiliscono che nei casi in cui unadisposizione di legge specifichi la finalitą di rilevante interesse pubblico,ma non i tipi di dati sensibili e giudiziari trattabili ed i tipi di operazionisu questi eseguibili, il trattamento Ź consentito solo in riferimento a queitipi di dati e di operazioni identificati e resi pubblici a cura dei soggettiche ne effettuano il trattamento, in relazione alle specifiche finalitąperseguite nei singoli casi;

• il medesimo art. 20,comma 2, prevede che detta identificazione debba essere effettuata nel rispettodei principi di cui all'art. 22 del Codice stesso, in particolare, assicurandoche i soggetti pubblici:

a)  trattino i solidati sensibili e giudiziari indispensabili per le relative attivitąistituzionali che non possono essere adempiute, caso per caso, mediante iltrattamento di dati anonimi o di dati personali di natura diversa;

b) raccolgano detti dati,di regola, presso l'interessato;

c)  verifichinoperiodicamente l'esattezza, l'aggiornamento dei dati sensibili e giudiziari,nonché la loro pertinenza, completezza, non eccedenza ed indispensabilitąrispetto alle finalitą perseguite nei singoli casi;

d) trattino i datisensibili e giudiziari contenuti in elenchi, registri o banche di dati, tenuticon l'ausilio di strumenti elettronici, con tecniche di cifratura o mediante l'utilizzazionedi codici identificativi o di altre soluzioni che li rendano temporaneamenteinintelligibili anche a chi Ź autorizzato ad accedervi;

e)  conservino i datiidonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale separatamente da altridati personali trattati per finalitą che non richiedono il loro utilizzo;

• sempre ai sensi delcitato art. 20, comma 2, detta identificazione deve avvenire con atto di naturaregolamentare adottato in conformitą al parere espresso dal Garante per laprotezione dei dati personali, ai sensi dell'art. 154, comma 1, lettera g);

• l'art. 20, comma 4, delCodice, prevede che l'identificazione di cui sopra venga aggiornata e integrataperiodicamente;

VISTE le restantidisposizioni del Codice;

RITENUTO di individuareanaliticamente nelle schede allegate quali operazioni che possono spiegareeffetti maggiormente significativi per l'interessato quelle diinterconnessione, di raffronto tra banche di dati gestite da diversi titolari,oppure con altre informazioni sensibili e giudiziarie detenute dal medesimotitolare del trattamento, nonché di comunicazione a terzi;

RITENUTO, altresď, diindicare sinteticamente anche le operazioni ordinarie che l’Unire devenecessariamente svolgere per perseguire le finalitą di rilevante interessepubblico individuate per legge (operazioni di raccolta, registrazione,organizzazione, conservazione, consultazione, elaborazione, modificazione,selezione, estrazione, utilizzo, blocco, cancellazione e distruzione);

CONSIDERATO che per quantoconcerne tutti i trattamenti di cui sopra Ź stato verificato il rispetto deiprincipi e delle garanzie previste dall'art. 22 del Codice, con particolareriferimento alla pertinenza, non eccedenza e indispensabilitą dei datisensibili e giudiziari utilizzati rispetto alle finalitą perseguite;all'indispensabilitą delle predette operazioni per il perseguimento dellefinalitą di rilevante interesse pubblico individuate per legge, nonchéall'esistenza di fonti normative idonee a rendere lecite le medesime operazionio, ove richiesta, all'indicazione scritta dei motivi;

VISTO il provvedimentogenerale del Garante della protezione dei dati personali del 30 giugno 2005(pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana n. 170 del 23luglio 2005);

CONSIDERATA la necessitądi dare al presente regolamento la piĚ ampia diffusione anche attraverso lapubblicazione nel sito internet dell’Unire;

RILEVATO che il presenteatto non comporta impegno di spesa a carico del bilancio e pertanto non harilevanza sotto il profilo contabile;

ACQUISITO in data 10gennaio 2007 – prot. 1799 - il parere espresso il 28 dicembre 2006 dalGarante per la protezione dei dati personali ai sensi dell'articolo 154, comma1, lettera g), del decretolegislativo 30 giugno 2003, n. 196;

VISTA la nota delMinistero delle politiche agricole alimentari e forestali prot. 72315 del 3marzo 2006, contenente indicazioni in ordine alle procedure da osservare perl’adozione dei regolamenti concernenti il trattamento dei dati sensibili egiudiziari e ritenuto pertanto di provvedere alla trasmissione del presenteprovvedimento al Ministero vigilante per le autorizzazioni di competenza,

D E L I B E R A :

Ź approvato il seguenteregolamento per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari ai sensi delCodice in materia di protezione dei dati personali.

Il presente provvedimentoŹ inviato ai fini della sua approvazione al Ministero delle politiche agricolealimentari e forestali.

ARTICOLO 1

Oggetto del Regolamento

1. Il presente Regolamentoin attuazione del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, identifica i tipidi dati sensibili e giudiziari e le operazioni eseguibili da parte dell’UNIREnello svolgimento delle proprie funzioni istituzionali.

ARTICOLO 2

Individuazione dei tipi didati e di operazioni eseguibili

1. In attuazione delledisposizioni di cui agli articoli 20, comma 2, e 21, comma 2, del decretolegislativo 30 giugno 2003, n. 196, le tabelle che formano parte integrante delpresente Regolamento, contraddistinte dai numeri da 1 a 8, identificano i tipidi dati sensibili e giudiziari per cui Ź consentito il relativo trattamento,nonché le operazioni eseguibili in riferimento alle specifiche finalitą dirilevante interesse pubblico perseguite nei singoli casi ed individuate nel decretolegislativo n. 196/2003 (articoli 65, 67, 68, 69, 71 e 112).

2. I dati sensibili egiudiziari individuati dal presente regolamento sono trattati previa verificadella loro pertinenza, completezza e indispensabilitą rispetto alle finalitąperseguite nei singoli casi, specie nel caso in cui la raccolta non avvengapresso l'interessato.

3. Le operazioni diinterconnessione, raffronto e comunicazione individuate nel presenteregolamento sono ammesse soltanto se indispensabili allo svolgimento degli obblighio compiti di volta in volta indicati, per il perseguimento delle rilevantifinalitą di interesse pubblico specificate e nel rispetto delle disposizionirilevanti in materia di protezione dei dati personali, nonché degli altrilimiti stabiliti dalla legge e dai regolamenti.

4. I raffronti e leinterconnessioni con altre informazioni sensibili e giudiziarie detenutedall’UNIRE sono consentite soltanto previa verifica della loro strettaindispensabilitą nei singoli casi ed indicazione scritta dei motivi che negiustificano l'effettuazione. Le predette operazioni, se effettuate utilizzandobanche di dati di diversi titolari del trattamento, sono ammesse esclusivamenteprevia verifica della loro stretta indispensabilitą nei singoli casi e nelrispetto dei limiti e con le modalitą stabiliti dalle disposizioni legislativeche le prevedono (art. 22 del decreto legislativo n. 196/2003).

5. Sono inutilizzabili idati trattati in violazione della disciplina rilevante in materia ditrattamento dei dati personali (articoli 11 e 22, comma 5, del decretolegislativo n. 196/2003).

ARTICOLO 3

Riferimenti normativi

1. Al fine di una maggioresemplificazione e leggibilitą del presente regolamento, le disposizioni dilegge, citate nella parte descrittiva delle "fonti normative" delleschede, si intendono come recanti le successive modifiche e integrazioni.

Roma 25 gennaio 2007

IL COMMISSARIO

Guido Melzi d’Eril

IL SEGRETARIO GENERALE

Franco Panzironi

 

 

Regolamento per iltrattamento dei dati sensibili e giudiziari dell’UNIRE - SCHEDA N. 1

Denominazione deltrattamento

Attivitą di indirizzo econtrollo, risposte ad atti di sindacato ispettivo e documentazionedell'attivitą istituzionale degli organi dell’UNIRE

Rilevanti finalitą diinteresse pubblico perseguite dal trattamento

Attivitą di controllo, diindirizzo, di sindacato ispettivo e documentazione dell'attivitą istituzionaledi organi pubblici (artt. 65, comma 1, lett. b) e 4, e 67, comma 1, lett. b),d.lgs. n. 196/2003).

Fonte normativa

D.lgs. 29 ottobre 1999, n.449, “Riordinamento dell’Unione nazionale incremento razze equine (UNIRE), anorma degli artt. 11 e 14 della legge 15 marzo 1997, n. 59”; d.P.R. 28 dicembre2000, n. 445, “Disposizioni legislative in materia di documentazioneamministrativa” (artt. 73 e 74); Statuto dell’UNIRE approvato con decreto delMinistro delle politiche agricole e forestali di concerto con il Ministrodell’economia e delle finanze il 2 luglio 2004; d.P.R. 27 febbraio 2003, n. 97,“Regolamento concernente l’amministrazione e la contabilitą degli enti pubblicidi cui alla legge 20 marzo 1975, n. 70; Regolamento di organizzazione e delpersonale dell’Ente; Regolamento di amministrazione e contabilitą dell’Ente.

Tipi di dati trattati

Convinzioni |X| politiche|X| sindacali

Stato di salute |X|patologie attuali |X| patologie pregresse |X| terapie in corso |X| dati sullasalute relativi ai familiari del dipendente

Dati di caratteregiudiziario (art. 4, comma 1, lett. e), d.lgs. n. 196/2003) |X|

Operazioni eseguite

Trattamento"ordinario" dei dati, in particolare:

Raccolta: |X| presso gliinteressati |X| presso terzi

Elaborazione: |X| informa cartacea |X| con modalitą informatizzate

Sintetica descrizione deltrattamento e del flusso informativo

Nell’esercizio delleproprie funzioni, gli organi dell’UNIRE possono trattare dati sensibili egiudiziari, con particolare riguardo all’attivitą di indirizzo e verificadell’attivitą amministrativa, predisposizione di atti anche per le risposte alsindacato ispettivo parlamentare e alle richieste di informazioni da partedell’amministrazione incaricata della vigilanza.

 

Regolamento per iltrattamento dei dati sensibili e giudiziari dell’UNIRE - SCHEDA N. 2

Denominazione deltrattamento

Personale - Gestione delrapporto di lavoro del personale impiegato a vario titolo presso l’UNIRE

Rilevanti finalitą diinteresse pubblico perseguite dal trattamento

Instaurazione e gestionedei rapporti di lavoro di qualunque tipo, dipendente o autonomo, anche nonretribuito o onorario o a tempo parziale o temporaneo, e di altre forme diimpiego che non comportano la costituzione di un rapporto di lavoro subordinato(art. 112, d.lgs. n. 196/2003) -

Fonte normativa

Codice Civile (artt.2094-2134); l. 20.05.1970, n. 300 "Norme sulla tutela della libertą edignitą dei lavoratori, della libertą sindacale e dell'attivitą sindacale neiluoghi di lavoro e norme sul collocamento"; d.lgs. 30.03.2001, n. 165 "Norme generalisull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazionipubbliche"; CCNL del personaledel comparto degli enti pubblici non economici; Contratti collettiviintegrativi; l. 12.03.1999, n. 68 "Norme per il diritto al lavoro deidisabili"; d.P.R. 29.10.2001,n. 461 "Regolamento recante semplificazione dei procedimenti per ilriconoscimento della dipendenza delle infermitą da causa di servizio, per laconcessione della pensione privilegiata ordinaria e dell'equo indennizzo,nonché per il funzionamento e la composizione del comitato per le pensioniprivilegiate ordinarie"; l.08.03.2000, n. 53 "Disposizioni per il sostegno della maternitą e dellapaternitą, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamentodei tempi delle cittą"; d.P.R.20.10.1998, n. 428 "Regolamento recante norme per la gestione delprotocollo informatico da parte delle amministrazioni pubbliche"; d.lgs. 19.09.1994, n. 626 "Attuazione delladirettiva 89/391/CEE, della direttiva 89/654/CEE, della direttiva 89/655/CEE,della direttiva 89/656/CEE, della direttiva 90/269/CEE, della direttiva90/270/CEE, della direttiva 90/394/CEE, della direttiva 90/679/CEE, delladirettiva 93/88/CEE, della direttiva 95/63/CE, della direttiva 97/42/CE, delladirettiva 98/24/CE, della direttiva 99/38/CE e della direttiva 99/92/CEriguardanti il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratoridurante il lavoro"; l.07.02.1990, n. 19 "Modifiche in tema di circostanze, sospensionecondizionale della pena e destituzione dei pubblici dipendenti"; d.lgs. 26.03.2001, n. 151 "Testo unico inmateria di tutela e sostegno della maternitą e paternitą a norma dell'art. 15della legge 8 marzo 2000, n. 53";l. 05.02.1987, n. 49 "Nuova disciplina della cooperazione dell'Italiacon i Paesi in via di sviluppo";l. 5.2.1992, n. 104 "Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazionesociale e i diritti delle persone handicappate"; d.lgs. 30.07.1999, n. 286 "Riordino epotenziamento dei meccanismi e strumenti di monitoraggio e valutazione deicosti, dei rendimenti e dei risultati dell'attivitą svolta dalleamministrazioni pubbliche, a norma dell'articolo 11 della L. 15 marzo 1997, n.59"; l. 11.05.2004, n. 126 "Conversionein legge, con modificazioni, del D.L. 16 marzo 2004, n. 66, recante interventiurgenti per i pubblici dipendenti sospesi o dimessisi dall'impiego a causa diprocedimento penale, successivamente conclusosi con proscioglimento"; l. 24.12.1986, n. 958 "Norme sul serviziomilitare di leva e sulla ferma di leva prolungata"; l. 06.03.2001, n. 64 "Istituzione delservizio civile nazionale";d.P.R. 28.12.2000, n. 445 "Testo unico delle disposizioni legislative eregolamentari in materia di documentazione amministrativa"; d.P.R. 30.06.1965, n. 1124, "Testo unicodelle disposizioni per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sullavoro e le malattie professionali legge regionale"; l. 3.03.1951, n. 178 “Istituzione dell'Ordine «Almerito della Repubblica italiana» e disciplina del conferimento e dell'usodelle onorificenze”; d.P.R.13.05.1952, n. 458 “Norme per l'attuazione della L. 3 marzo 1951, n. 178,concernente la istituzione dell'Ordine «Al merito della Repubblica italiana» ela disciplina del conferimento e dell'uso delle onorificenze”; l. 14.04.1982, n. 164 “Norme in materia direttificazione di attribuzione di sesso”; legge 8.03.1989, n. 101 “Norme per la regolazione dei rapporti tra loStato e l'Unione delle Comunitą ebraiche italiane”; d.lgs. 15.08.1991, n. 277 “Attuazione delledirettive n. 80/1107/CEE, n. 82/605/CEE, n. 83/477/CEE, n. 86/188/CEE e n.88/642/CEE, in materia di protezione dei lavoratori contro i rischi derivantida esposizione ad agenti chimici, fisici e biologici durante il lavoro, a normadell'art. 7 della L. 30 luglio 1990, n. 212”; l. 8.07.1998, n. 230 “Nuove norme in materia di obiezione dicoscienza”; d.lgs. 29 ottobre 1999,n. 449, “Riordinamento dell’Unione nazionale incremento razze equine(UNIRE), a norma degli artt. 11 e 14 della legge 15 marzo 1997, n. 59”; Statuto dell’UNIRE approvato con decreto delMinistro delle politiche agricole e forestali di concerto con il Ministrodell’economia e delle finanze il 2 luglio 2004; d.P.R. 27 febbraio 2003, n. 97,“Regolamento concernente l’amministrazione e la contabilitą degli enti pubblicidi cui alla legge 20 marzo 1975, n. 70; Regolamento di organizzazione e delpersonale dell’Ente; Regolamento di amministrazione e contabilitą dell’Ente.

Tipi di dati trattati

Convinzioni |X| religiose|X| filosofiche |X| d'altro genere

Convinzioni |X| politiche|X| sindacali

Stato di salute |X|patologie attuali |X| patologie pregresse |X| terapie in corso |X| dati sullasalute relativi ai familiari del dipendente

Vita sessuale |X| (soltantoin caso di eventuale rettificazione di attribuzione di sesso)

Dati di caratteregiudiziario (art. 4, comma 1, lett. e), d.lgs. n. 196/2003) |X|

Operazioni eseguite

Trattamento "ordinario"dei dati, in particolare:

Raccolta: |X| presso gliinteressati |X| presso terzi

Elaborazione: |X| informa cartacea |X| con modalitą informatizzate

Particolari forme ditrattamento diverse da quelle ordinarie e standard

Interconnessione e raffrontidi dati:

|X| con altri soggettipubblici o privati:

amministrazionicertificanti ai sensi del d.P.R. n. 445/2000

Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguentifinalitą:

|X| a) organizzazionisindacali ai fini della gestione dei permessi e delle trattenute sindacalirelativamente ai dipendenti che hanno rilasciato delega;

b) enti assistenziali,previdenziali e assicurativi nonché ASL e altre strutture sanitarie a finiassistenziali e previdenziali, anche per la rilevazione di eventuali patologieo infortuni sul lavoro;

c) Presidenza delConsiglio dei Ministri in relazione alla rilevazione annuale dei permessi percariche sindacali e funzioni pubbliche elettive (d.lgs. n. 165/2001) e per ilconferimento di onorificenze (l.n. 178/1951), limitatamente ai dati sensibili autocertificati dagli interessatie verificati dall’Ente mediante richiesta agli enti certificanti;

d) uffici competentiper il collocamento mirato, relativamente all’attivazione del diritto al lavorodei soggetti disabili (l. n.68/1999);

e)strutture sanitariecompetenti per le visite fiscali (art. 5, l. n. 300/1970 e CCNL);

f) enti di appartenenzae di destinazione dei lavoratori comandati/ in mobilitą (per gestire laprocedura di comando/mobilitą relativamente ai lavoratori in entrata e inuscita);

g) enti preposti allavigilanza in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro.

Sintetica descrizione deltrattamento e del flusso informativo

Il trattamento concernetutti i dati relativi all'instaurazione ed alla gestione del rapporto dilavoro, avviato a qualunque titolo (compreso quello a tempo determinato,part-time, di consulenza e di stage) nell'Ente, a partire dai procedimenticoncorsuali o da altre procedure di selezione. I dati sono oggetto ditrattamento presso le competenti strutture dell’UNIRE per quanto riguarda lagestione dell'orario di servizio, le certificazioni di malattie ed altrigiustificativi delle assenze; vengono inoltre effettuati trattamenti a finistatistici, di controllo di gestione nonché elaborazione di indicatori suifabbisogni di personale. I dati sulle convinzioni religiose possono rendersinecessari per la concessione di permessi per quelle festivitą la cui fruizioneŹ connessa all'appartenenza a determinate confessioni religiose; quelli sulleopinioni filosofiche o d'altro genere possono venire in evidenza dalladocumentazione connessa allo svolgimento del servizio di leva come obiettore dicoscienza, all’espletamento del servizio civile o allo svolgimento di attivitądi volontariato; le informazioni sulla vita sessuale possono desumersiunicamente in caso di rettificazione di attribuzione di sesso. Possono essereraccolti anche dati sulla salute relativi ai familiari del dipendente ai finidella concessione di benefici nei soli casi previsti dalla legge. I datipervengono su iniziativa dei dipendenti e/o previa richiesta da partedell’UNIRE. I dati possono anche essere comunicati da parte di terzi (Autoritągiudiziaria, ASL, medico competente per gli accertamenti di cui al d.lgs. n.626/1994, istituti scolastici, Istituti di previdenza e assicurativi). I dativengono trattati ai fini dell'applicazione dei vari istituti contrattualidisciplinati dalla legge e dalla contrattazione collettiva (gestione giuridica,economica, previdenziale, pensionistica, attivitą di aggiornamento eformazione). Vengono effettuati interconnessioni e raffronti conamministrazioni e gestori di pubblici servizi: tale tipo di operazioni Źfinalizzato esclusivamente all'accertamento d'ufficio di stati, qualitą e fattiovvero al controllo sulle dichiarazioni sostitutive ai sensi dell'art. 43 deld.P.R. n. 445/2000.

 

Regolamento per iltrattamento dei dati sensibili e giudiziari dell’UNIRE - SCHEDA N. 3

Denominazione deltrattamento

Personale - Attivitąrelativa al riconoscimento di benefici connessi all'invaliditą civile eall'invaliditą derivante da cause di servizio, nonché da riconoscimento diinabilitą a svolgere attivitą lavorativa - attivitą di erogazione di beneficieconomici a sostegno dei dipendenti

Rilevanti finalitą di interessepubblico perseguite dal trattamento

Instaurazione e gestionedei rapporti di lavoro dipendente di qualunque tipo, dipendente o autonomo,anche non retribuito o onorario o a tempo parziale o temporaneo, e di altreforme di impiego che non comportano la costituzione di un rapporto di lavorosubordinato (art. 112, d.lgs. n. 196/2003); applicazione della normativa inmateria di previdenza ed assistenza ivi compresa quella integrativa (art. 112,2, f)); Concessione, liquidazione, modifica e revoca di benefici economici,agevolazioni, elargizioni, emolumenti (art. 68 d.lgs. n. 196/2003).

Fonte normativa

L. 24.05.1970, n. 336 "Normea favore dei dipendenti civili dello Stato ed Enti pubblici ex combattenti edassimilati"; l. 12.03.1999, n.68 "Norme per il diritto al lavoro dei disabili"; l. 5.02.1992, n. 104 "Legge-quadro perl'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle personehandicappate"; d.P.R.29.10.2001, n. 461 "Regolamento recante semplificazione deiprocedimenti per il riconoscimento della dipendenza delle infermitą da causa diservizio, per la concessione della pensione privilegiata ordinaria e dell'equoindennizzo, nonché per il funzionamento e la composizione del comitato per lepensioni privilegiate ordinarie";d.lgs. 19.09.1994, n. 626 "Attuazione della direttiva 89/391/CEE, delladirettiva 89/654/CEE, della direttiva 89/655/CEE, della direttiva 89/656/CEE,della direttiva 90/269/CEE, della direttiva 90/270/CEE, della direttiva90/394/CEE, della direttiva 90/679/CEE, della direttiva 93/88/CEE, delladirettiva 95/63/CE, della direttiva 97/42/CE, della direttiva 98/24/CE, delladirettiva 99/38/CE e della direttiva 99/92/CE riguardanti il miglioramentodella sicurezza e della salute dei lavoratori durante il lavoro"; l. 8.08.1995, n. 335 "Riforma del sistemapensionistico obbligatorio e complementare"; d.P.R. 30.06.1965, n. 1124 "Testo unicodelle disposizioni per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sullavoro e le malattie professionali", l. 23.12.2000, n. 388 "Legge finanziaria 2001"; CCNL delpersonale del comparto degli enti pubblici non economici; Contratti collettivinazionali integrativi; d.lgs. 29ottobre 1999, n. 449, “Riordinamento dell’Unione nazionale incremento razzeequine (UNIRE), a norma degli artt. 11 e 14 della legge 15 marzo 1997, n. 59”; Statuto dell’UNIRE approvato con decreto delMinistro delle politiche agricole e forestali di concerto con il Ministrodell’economia e delle finanze il 2 luglio 2004; d.P.R. 27 febbraio 2003, n. 97,“Regolamento concernente l’amministrazione e la contabilitą degli enti pubblicidi cui alla legge 20 marzo 1975, n. 70; Regolamento di organizzazione e delpersonale dell’Ente; Regolamento di amministrazione e contabilitą dell’Ente.

Tipi di dati trattati

Stato di salute |X| patologieattuali |X| patologie pregresse |X| terapie in corso |X| dati sulla saluterelativi ai familiari del dipendente

Origini etniche |X|

Operazioni eseguite

Trattamento"ordinario" dei dati, in particolare:

Raccolta: |X| presso gliinteressati |X| presso terzi

Elaborazione: |X| in formacartacea |X| con modalitą informatizzate

Particolari forme ditrattamento diverse da quelle ordinarie e standard

Interconnessione eraffronti di dati:

|X| con altri soggettipubblici o privati:

amministrazioni certificantiai sensi del d.P.R. n. 445/2000

Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguentifinalitą:

|X| Organi preposti all’accertamento dell'invaliditą civile edell'invaliditą derivante da causa di servizio, al riconoscimento dellinabilitą assoluta e permanente a qualsiasi attivitą lavorativa nonchéall'erogazione del relativo trattamento di pensione, alla concessione dellapensione privilegiata ordinaria e dell'equo indennizzo (ai sensi del dPR n.461/2001 e della l. n. 335/1995).

Sintetica descrizione deltrattamento e del flusso informativo

I dati relativiall’attivitą di riconoscimento di benefici connessi all'invaliditą civile eall'invaliditą derivante da causa di servizio, nonché al riconoscimento diinabilitą a svolgere attivitą lavorativa vengono acquisiti a seguito dellarichiesta presentata dall'interessato oppure su iniziativa d’ufficio.L’istruttoria prevede il coinvolgimento della ASL competente per l'accertamentodelle condizioni di idoneitą al servizio e del comitato di verifica per lecause di servizio in caso di richiesta di riconoscimento di invaliditądipendente da causa di servizio e/o equo indennizzo. In particolare, a seguitodella richiesta dell’amministrazione, la ASL competente emette un pareretecnico. Il verbale dell'organo di consulenza medico-legale viene quinditrasmesso al comitato di verifica delle cause di servizio che esprime a suavolta un parere sulla dipendenza dell'infermitą o lesione da causa di servizio.Esperita l'istruttoria, il provvedimento dirigenziale relativo alriconoscimento dell'invaliditą contratta per causa di servizio ha valore diaccertamento definitivo per le richieste di equo indennizzo e di pensioneprivilegiata. In caso di richiesta di pensione privilegiata, i dati vengonotrasmessi all'Inpdap per l'erogazione del trattamento pensionistico.

Analoga trasmissione si hanell'ipotesi di richiesta di riconoscimento alla contribuzione figurativa dicui all'art. 80, l. n. 388/2000. In caso di invaliditą assoluta e permanente,l'interessato viene collocato in pensione e la relativa pratica, contenentedati sulla salute, viene trasmessa all'Inpdap.

Vengono effettuateinterconnessioni e raffronti con amministrazioni e gestori di pubblici servizi:tale tipo di operazioni Ź finalizzato esclusivamente all'accertamento d'ufficiodi stati, qualitą e fatti ovvero al controllo sulle dichiarazioni sostitutiveai sensi dell'art. 43 del d.P.R. n. 445/2000. I dati connessi all’attivitą dierogazione di benefici economici a sostegno dei dipendenti vengono forniti dall'interessato,che presenta un'apposita istanza per la fruizione dei benefici corredata dallanecessaria documentazione. La documentazione presentata puė evidenziare ancheinformazioni sulla salute relative ai familiari dell'interessato. L'Ufficiopreposto provvede all'erogazione dei benefici dopo aver verificato il possessodel requisito richiesto; in particolare, anche in questa ipotesi, vengonoeffettuati interconnessioni e raffronti con amministrazioni e gestori dipubblici servizi: tale tipo di operazioni Ź finalizzato esclusivamenteall'accertamento d'ufficio di stati, qualitą e fatti ovvero al controllo sulledichiarazioni sostitutive ai sensi dell'art. 43 del d.P.R. n. 445/2000. Iltrattamento dei dati si rende necessario sia per la concessione o l'assegnazionedei benefici, sia per la predisposizione di eventuali graduatorie. I datisull’origine etnica possono venire in evidenza in caso di corresponsione dibenefici previsti dalla legge (l. 336/1970).

 

Regolamento per iltrattamento dei dati sensibili e giudiziari dell’UNIRE - SCHEDA N. 4

Denominazione deltrattamento

Gestione delle casse efondi di previdenza - Attivitą di erogazione e benefici a vario titolo asostegno dei singoli dipendenti, dei lavoratori dell’ippica e dei lorofamiliari quali contributi dalla casse e fondi di previdenza erogati per spesesanitarie o anche per spese straordinarie incidenti sul bilancio familiare;erogazioni prestiti da parte dell’Ente.

Rilevanti finalitą diinteresse pubblico perseguite dal trattamento

Benefici assistenziali(art. 112, comma 2, lett. d), d.lgs. n. 196/2003).

Fonte normativa

D.P.R. 29 ottobre 2001 n.461 adottato ai sensi della legge 15 marzo 1997, n. 59, articolo 20, allegato1, n. 23, e della legge 24 novembre 2000, n. 340, allegato A, n. 63, D.P.R. 3maggio 1957, n. 686 e legge 23 dicembre 1970, n. 109; legge 336/70; legge335/95; d.P.R. 1124/65; l. 870/86; l. 104/92; l. 68/99; CCNL; d.P.R. 8 aprile1998, n. 169 “Regolamento per il riordino della disciplina organizzativa,funzionale e fiscale dei giochi e delle scommesse relativi alle corse deicavalli, nonché per il riparto dei proventi, ai sensi dell'articolo 3, comma78, della L. 23 dicembre 1996, n. 662 (art. 12, 2,c)); .d.lgs. 29 ottobre 1999,n. 449, “Riordinamento dell’Unione nazionale incremento razze equine(UNIRE), a norma degli artt. 11 e 14 della legge 15 marzo 1997, n. 59”; Statuto dell’UNIRE approvato con decreto delMinistro delle politiche agricole e forestali di concerto con il Ministrodell’economia e delle finanze il 2 luglio 2004; d.P.R. 27 febbraio 2003, n. 97,“Regolamento concernente l’amministrazione e la contabilitą degli enti pubblicidi cui alla legge 20 marzo 1975, n. 70; Regolamento di organizzazione e delpersonale dell’Ente; Regolamento di amministrazione e contabilitą dell’Ente.

Tipi di dati trattati

Stato di salute |X|patologie attuali |X| patologie pregresse |X| terapie in corso |X| dati sullasalute relativi ai familiari del dipendente

Dati di caratteregiudiziario (art. 4, comma 1, lett. e), d.lgs. n. 196/2003) |X|

Operazioni eseguite

Trattamento"ordinario" dei dati, in particolare:

Raccolta: |X| presso gliinteressati |X| presso terzi

Elaborazione: |X| informa cartacea |X| con modalitą informatizzate

Sintetica descrizione deltrattamento e del flusso informativo

Per quanto concerne ibenefici di tipo assistenziale per interventi erogati dalle casse e fondi diprevidenza, i contributi per spese sanitarie vengono erogati a istanzadell’interessato, previa verifica dei requisiti prescritti dalla normativa.Dati di carattere giudiziario possono invece essere trattati per quantoconcerne la concessione di rimborsi per spese di carattere giudiziariosostenute dagli interessati o loro congiunti.

 

Regolamento per iltrattamento dei dati sensibili e giudiziari dell’UNIRE - SCHEDA N. 5

Denominazione deltrattamento

Gestione del contenzioso -Attivitą relative alla consulenza giuridica, nonché al patrocinio ed alladifesa dell'amministrazione

Rilevanti finalitą diinteresse pubblico perseguite dal trattamento

Finalitą volte a farevalere il diritto di difesa in sede amministrativa e/o giudiziaria (art. 71d.lgs. n. 196/2003); gestione di rapporti di lavoro (art. 112, d.lgs. n.196/2003).

Fonte normativa

Codice penale, CodiceCivile, Codice di procedura civile, Codice di procedura penale; leggi sullagiustizia amministrativa; d.lgs. 30.03.2001, n. 165 "Norme generalisull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazionipubbliche"; d.lgs. 6.09.1989,n. 322 “Norme sul Sistema statistico nazionale e sulla riorganizzazionedell'Istituto nazionale di statistica, ai sensi dell'art. 24 della L. 23 agosto1988, n. 400”; l. 7.08.1990, n. 241“Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto diaccesso ai documenti amministrativi”;l. 24.11.1981, n. 689 “Modifiche al sistema penale”; CCNL del personale del comparto degli enti pubblicinon economici; contratti collettivi nazionali integrativi; d.lgs. 29 ottobre1999, n. 449, “Riordinamento dell’Unione nazionale incremento razze equine(UNIRE), a norma degli artt. 11 e 14 della legge 15 marzo 1997, n. 59”; Statuto dell’UNIRE approvato con decreto delMinistro delle politiche agricole e forestali di concerto con il Ministrodell’economia e delle finanze il 2 luglio 2004; d.P.C.M. 18 aprile 2003 –Difesa in giudizio dell’Unire da parte dell’Avvocatura dello Stato.

Tipi di dati trattati

Origine |X| razziale |X|etnica

Convinzioni |X| religiose|X| filosofiche |X| d'altro genere

Convinzioni |X| politiche|X| sindacali

Stato di salute |X|patologie attuali |X| patologie pregresse |X| terapie in corso |X| dati sullasalute relativi ai familiari del dipendente

Vita sessuale |X|

Dati di caratteregiudiziario (art. 4, comma 1, lett. e), d.lgs. n. 196/2003) |X|

Operazioni eseguite

Trattamento "ordinario"dei dati, in particolare:

Raccolta: |X| presso gliinteressati |X| presso terzi

Elaborazione: |X| informa cartacea |X| con modalitą informatizzate

Particolari forme ditrattamento diverse da quelle ordinarie e standard

Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguentifinalitą:

|X| Avvocatura Generaledello Stato, nei casi in cui Ź previsto il patrocinio obbligatorio; patrocinanti del libero foro; controparti;Autoritą giudiziaria, consulenti tecnici di parte, assicurazioni in caso diobblighi contrattuali o di legge, Inail, Inpdap, sindacati, incaricati diindagini e consulenti della controparte (per le finalitą di gestione delcontenzioso)

Sintetica descrizione deltrattamento e del flusso informativo

I dati riguardano ognifattispecie che possa dare luogo ad un contenzioso: la gestione del personale,gli illeciti amministrativi e penali connessi a specifiche funzioni ispettivedell'Ente. Vengono effettuate la raccolta, la consultazione e l'elaborazionedei dati dell'interessato ed, eventualmente, anche di informazioni sulla saluterelativi ai familiari del dipendente, nell'ambito di pareri resiall'Amministrazione, cosď come nell'ambito di scritti difensivi prodotti ingiudizio ovvero in sede conciliativa o di arbitrato e nelle sentenze. I dati,oltre ad essere raccolti presso gli interessati, possono essere raccolti pressoterzi (Autoritą giudiziaria, avvocati e consulenti incaricati della tutelagiuridica dell'Ente). Gli stessi possono essere comunicati ai soggetti sopraindividuati.

 

Regolamento per iltrattamento dei dati sensibili e giudiziari dell’UNIRE - SCHEDA N. 6

Denominazione deltrattamento

Gestione delle praticheriguardanti le convenzioni con le Societą di corse, gli allibratori e leagenzie ippiche titolari di concessioni per la raccolta delle scommesse ippiche

Rilevanti finalitą diinteresse pubblico perseguite dal trattamento

Verifica dellalegittimitą, del buon andamento, dell’imparzialitą dell’attivitą amministrativa– art. 67 b) - Concessione, liquidazione, modifica e revoca di beneficieconomici, agevolazioni, elargizioni, altri emolumenti e abilitazioni –art. 68 2 g); applicazione delle norme in materia di sanzioni amministrative ericorsi - Art. 71.

Fonte normativa

D.P.R. 8 aprile 1998 n.169, “Regolamento recante norme per il riordino della disciplinaorganizzativa, funzionale e fiscale dei giochi e delle scommesse relativi allecorse dei cavalli, nonché per il riparto dei proventi, ai sensi dell'articolo3, comma 78, della L. 23 dicembre 1996, n. 662”; Decreto-legge 24 giugno 2003, n. 147, "Prorogadi termini e disposizioni urgenti ordinamentali" , convertito nella legge 1° agosto 2003, n.200. d.lgs. 29 ottobre 1999, n. 449, “Riordinamento dell’Unione nazionaleincremento razze equine (UNIRE), a norma degli artt. 11 e 14 della legge 15marzo 1997, n. 59”; Statutodell’UNIRE approvato con decreto del Ministro delle politiche agricole eforestali di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze il 2 luglio2004; Convenzioni con agenzie ippiche.

Tipi di dati trattati

Convinzioni |X| politiche|X| sindacali

Stato di salute |X|patologie attuali |X| patologie pregresse

Dati di caratteregiudiziario (art. 4, comma 1, lett. e), d.lgs. n. 196/2003) |X|

Operazioni eseguite

Trattamento"ordinario" dei dati, in particolare:

Raccolta: |X| presso gliinteressati |X| presso terzi

Elaborazione: |X| informa cartacea |X| con modalitą informatizzate

Particolari forme ditrattamento diverse da quelle ordinarie e standard

Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguentifinalitą:

|X| Amministrazioneautonoma monopoli di Stato ai fini della gestione del rapporto concessorio

Sintetica descrizione deltrattamento e del flusso informativo

I dati riguardanoprevalentemente quelli di ordine giudiziario ai fini della verifica deirequisiti previsti dalla legge per la gestione del rapporto convenzionale(Societą di corse) e concessorio (agenzie ippiche). Dati sulla salute possonoessere trasmessi dagli interessati al fine di ottenere dall’Ente dilazioni suipagamenti dovuti. Informazioni sulle opinioni politiche possono essere rivelatedalla evidenziazione negli atti di bilancio di contributi a partiti, mentredati sulle opinioni sindacali sono legati prevalentemente all’adesione delleagenzie a sindacati di categoria.

 

Regolamento per iltrattamento dei dati sensibili e giudiziari dell’UNIRE - SCHEDA N. 7

Denominazione deltrattamento

Gestione delle praticherelative al rilascio e al rinnovo delle patenti e delle licenze agli operatoriippici

Rilevanti finalitą di interessepubblico perseguite dal trattamento

Gestione di attivitąsportive (art. 73, 2, c); verifica della legittimitą, del buon andamento,dell’imparzialitą dell’attivitą amministrativa (art. 67, b) - Concessione,modifica e revoca di abilitazioni (art 68, 2, g);

Fonte normativa

D.lgs. 29 ottobre 1999,n. 449 - Riordino dell'Unione nazionale per l'incremento delle razze equine(UNIRE), a norma dell'articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59; Statutodell'UNIRE approvato con Decreto del Ministro delle Politiche Agricole eForestali di concerto con il Ministro dell'Economia e delle Finanze il 2 luglio2004; Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445"Disposizioni legislative in materia di documentazioneamministrativa.", (Artt. 73 e 74); d.P.R. 14 novembre 2002, n. 313"Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia dicasellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti dareato e dei relativi carichi pendenti.; d.P.R. 3 giugno 1998, n. 252 "Regolamentorecante norme per la semplificazione dei procedimenti relativi al rilasciodelle comunicazioni e delle informazioni antimafia"; Regolamento Corse exJockey Club Italiano ed ex Societą degli Steeple Chases d'Italia; RegolamentoCorse al Trotto; Regolamento Corse e Manifestazioni Sella; Regolamento corsa Tris.

Tipi di dati trattati

Stato di salute |X|patologie attuali |X| patologie pregresse |X| terapie in corso

Dati di caratteregiudiziario (art. 4, comma 1, lett. e), d.lgs. n. 196/2003) |X|

Operazioni eseguite

Trattamento"ordinario" dei dati, in particolare:

Raccolta: |X| presso gliinteressati |X| presso terzi

Elaborazione: |X| informa cartacea |X| con modalitą informatizzate

Particolari forme ditrattamento diverse da quelle ordinarie e standard

Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguentifinalitą:

|X| Societą di corseper l’abilitazione o inabilitazione degli operatori ippici

Diffusione per le seguenti finalitą:

|X| Il regolamento perle corse prevede la pubblicazione su un albo delle decisioni in materiadisciplinare da alcune possono evincersi in caso di prosieguo della vicenda insede penale (antidoping; false identitą, maltrattamento animali) dati dicarattere giudiziario.

Sintetica descrizione deltrattamento e del flusso informativo

I dati riguardanoprevalentemente quelli di ordine giudiziario ai fini della verifica deirequisiti previsti dalla legge per la gestione della concessione e rinnovodelle licenze; i dati sulla salute possono essere trattati con riferimentoall’idoneitą fisica all’attivitą, ovvero in caso di revoca delle licenze semprecon riferimento all’idoneitą fisica, ovvero in caso di incidenti.

 

Regolamento per iltrattamento dei dati sensibili e giudiziari dell’UNIRE - SCHEDA N. 8

Denominazione deltrattamento

Verifica regolaritą dellecorse e dei concorsi ippici

Rilevanti finalitą diinteresse pubblico perseguite dal trattamento

Gestione di attivitąsportive (art. 73, 2, c); verifica della legittimitą, del buon andamento,dell’imparzialitą dell’attivitą amministrativa (art. 67, b) - Concessione,modifica e revoca di abilitazioni (art 68, 2, g) - Applicazione delle norme inmateria di sanzioni amministrative e ricorsi (art. 71 a)

Fonte normativa

D.lgs. 29 ottobre 1999, n.449 - Riordino dell'Unione nazionale per l'incremento delle razze equine(UNIRE), a norma dell'articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59; Statuto dell'UNIRE approvato con Decreto delMinistro delle Politiche Agricole e Forestali di concerto con il Ministrodell'Economia e delle Finanze il 2 luglio 2004; Decreto del Presidente dellaRepubblica 28 dicembre 2000, n. 445 "Disposizioni legislative inmateria di documentazione amministrativa.", (Artt. 73 e 74); d.P.R. 14 novembre 2002, n. 313 "Testounico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di casellariogiudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato e deirelativi carichi pendenti.; d.P.R. 3giugno 1998, n. 252 "Regolamento recante norme per la semplificazionedei procedimenti relativi al rilascio delle comunicazioni e delle informazioniantimafia"; Regolamento Corseex Jockey Club Italiano ed ex Societą degli Steeple Chases d'Italia;Regolamento Corse al Trotto; Regolamento Corse e Manifestazioni Sella;Regolamento Corsa Tris; Regolamento per il controllo delle sostanze proibiteapprovato con decreto del Ministro per le politiche agricole e forestali n. 797del 16 ottobre 2002.

Tipi di dati trattati

Stato di salute |X|patologie attuali |X| patologie pregresse |X| terapie in corso

Dati di caratteregiudiziario (art. 4, comma 1, lett. e), d.lgs. n. 196/2003) |X|

Operazioni eseguite

Trattamento"ordinario" dei dati, in particolare:

Raccolta: |X| presso gliinteressati |X| presso terzi

Elaborazione: |X| informa cartacea |X| con modalitą informatizzate

Particolari forme ditrattamento diverse da quelle ordinarie e standard

Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguentifinalitą:

|X| Organi di giustiziasportiva (commissari; giurie; procura della disciplina; commissione di disciplinadi I e di II istanza); Societą di corse per l’inabilitazione degli operatoriippici; forze di polizia; Commissione di vigilanza e controllo sulla regolaritądelle gare e del gioco relativi alle corse dei cavalli (art. 1, comma 2, d.P.R.n. 169/1998).

Sintetica descrizione deltrattamento e del flusso informativo

Il trattamento vienesvolto al fine di accertare il corretto svolgimento delle competizioni ippiche;i dati trattati sono relativi allo stato di salute qualora si riferiscano aprelievi biologici di fantini, driver e cavalieri; quelli di ordine giudiziariosono legati alle ripercussioni giudiziarie a carico delle categorie ippiche diriferimento sotto il profilo dell’uso abusivo di sostanze dopanti e delmaltrattamento degli animali o di false dichiarazioni sull’identitą delcavallo.

 

Regolamento per iltrattamento dei dati sensibili e giudiziari dell’UNIRE - SCHEDA N. 9

Denominazione deltrattamento

Attivitą di controlloattive e passive

Finalitą di interessepubblico perseguite dal trattamento

Gestione di attivitąsportive (art. 73, 2, c)); Verifica della legittimitą, del buon andamento,dell’imparzialitą dell’attivitą amministrativa, nonché della rispondenza didetta attivitą a requisiti di razionalitą, economicitą, efficienza ed efficaciaper le quali sono, comunque, attribuite dalla legge a soggetti pubblicifunzioni di controllo, di riscontro ed ispettive nei confronti di altrisoggetti (art. 67). Attivitą dirette all’accertamento della responsabilitącivile, disciplinare contabile ed esame dei ricorsi amministrativi inconformitą alle norme che regolano le rispettive materie (nella gestione delrapporto di lavoro) (art. 112, comma 2, lett. g).

Fonte normativa

D.Lgs. 358/92; D.Lgs.157/95; L.109/94; D.P.R. 554/99; D.p.R. 34/00; D.P.R. 384/01; R.D. 2440/23;R.D. 827/24; D.P.R. 445/00; l. 575/65; L.55/90: D.Lgs.490/94; D.P.R. 252/98;L.68/99. Codice penale, Codice Civile, Codice di procedura civile, Codice diprocedura penale; leggi sulla giustizia amministrativa; d.lgs. 30.03.2001, n. 165"Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delleamministrazioni pubbliche"; l. 14 gennaio 1994, n. 19, “Conversione inlegge, con modificazioni, del decreto-legge 15 novembre 1993, n. 453 recantedisposizioni in materia di giurisdizione e controllo della Corte dei Conti” l.14 gennaio 1994, n. 20, “Disposizioni in materia di giurisdizione e controllodella Corte dei Conti”; l. 7.08.1990, n. 241 “Nuove norme in materia diprocedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”;l. 24.11.1981, n. 689 “Modifiche al sistema penale”; CCNL del personale delcomparto degli enti pubblici non economici; contratti collettivi nazionaliintegrativi; d.lgs. 29 ottobre 1999, n. 449, “Riordinamento dell’Unionenazionale incremento razze equine (UNIRE), a norma degli artt. 11 e 14 dellalegge 15 marzo 1997, n. 59”; Statuto dell’UNIRE approvato con decreto delMinistro delle politiche agricole e forestali di concerto con il Ministrodell’economia e delle finanze il 2 luglio 2004. “Regolamento concernentel’amministrazione e la contabilitą degli enti pubblici di cui alla legge 20marzo 1975, n. 70; Regolamento di organizzazione e del personale dell’Unire;Regolamento di amministrazione e contabilitą dell’Unire. d.P.R. 3 giugno 1998, n.252 "Regolamento recante norme per la semplificazione dei procedimentirelativi al rilascio delle comunicazioni e delle informazioni antimafia";Regolamento Corse ex Jockey Club Italiano ed ex Societą degli Steeple Chasesd'Italia; Regolamento Corse al Trotto; Regolamento Corse e ManifestazioniSella; Regolamento Corsa Tris; Regolamento per il controllo delle sostanzeproibite approvato con decreto del Ministro per le politiche agricole eforestali n. 797 del 16 ottobre 2002.

Tipi di dati trattati

Convinzioni |X| politiche|X| sindacali

Stato di salute |X|patologie attuali |X| patologie pregresse |X| terapie in corso |X| dati sullasalute relativi ai familiari del dipendente

Dati di caratteregiudiziario (art. 4, comma 1, lett. e), d.lgs. n. 196/2003) |X|

Operazioni eseguite

Trattamento"ordinario" dei dati, in particolare:

Raccolta: |X| presso gliinteressati |X| presso terzi

Elaborazione: |X| in formacartacea |X| con modalitą informatizzate

Particolari forme ditrattamento diverse da quelle ordinarie e standard

Comunicazione ai seguentisoggetti per le seguenti finalitą:

1. Collegio sindacale perl’espletamento dell’attivitą di controllo;

2. Amministrazioni adiverso titolo incaricate di effettuare la vigilanza sull’Ente (Ministero perle politiche agricole, alimentari e forestali, Ministero dell’economia efinanze;

Dipartimento dellafunzione pubblica) per lo svolgimento delle predette attivitą di vigilanza.

3. Corte dei Conti in sededi controllo e per l’accertamento della responsabilitą amministrativa econtabile;

4. Forze di polizia eAutoritą giudiziaria, con riguardo a notizie rilevanti sotto il profilogiudiziario, eventualmente emerse nel corso delle attivitą di controllodell’Ente;

Sintetica descrizione deltrattamento e del flusso informativo

L’Ente nello svolgimentodella propria attivitą Ź soggetto a diverse forme di vigilanza e controllo perconsentire le quali puė essere richiesto di comunicare informazioni dicarattere sensibile e giudiziario di cui la stessa Ź in possesso. I datipossono essere quelli dei propri organi rappresentativi, del personale a variotitolo dipendente dall’Ente, ovvero dati acquisiti in occasione dellosvolgimento delle proprie funzioni istituzionali e di controllo.