Ministero della Salute

Carta sanitaria

 

Il Pilota italiano

Scenari

Nel pilota italiano si sperimentano le funzionalità della carta sia a livello internazionale che a livello nazionale.

Il test di tipo internazionale riguarda l'interoperabilità transfrontaliera della lettura dei dati ad accesso libero contenuti nella Carta Sanitaria e lo scambio di messaggi di posta elettronica sicura tra medici.

La sperimentazione a livello nazionale si incentra sulla lettura dei dati protetti, la scrittura di tutti i dati, nazionali ed internazionali, l'accesso alle informazioni di basi dati remote, secondo gli scenari di seguito descritti:

Presso il medico di medicina generale

In caso di emergenza in Italia

Presso lo sportello amministrativo

L'assistenza sanitaria all'estero (modulo E111)

In caso di emergenza all'estero

 

Presso il medico di medicina generale

* Il medico inserisce la Carta Sanitaria del paziente nell'apposito lettore collegato al PC e lo identifica;

* legge i dati amministrativi del paziente (nome, indirizzo, cittadinanza, codice sanitario, USL di appartenenza, ecc.), le informazioni sui dati sanitari di emergenza (sia liberi che protetti), e su eventuali ricoveri presso strutture sanitarie;

* previo inserimento della propria Carta del Professionista il medico aggiorna i dati di emergenza ad accesso libero e/o riservato; per questi ultimi, è necessaria la contemporanea digitazione del codice segreto (PIN) da parte del cittadino. Sulla Carta Sanitaria del paziente rimane memorizzato l'identificativo del medico che ha effettuato l'ultimo aggiornamento;

* dopo l'aggiornamento il medico può stampare i dati della carta per controllo e informazione da parte del cittadino.

 

In caso di emergenza in Italia

* Il medico del pronto soccorso legge i dati identificativi e sanitari di emergenza (sia liberi che protetti) del paziente, anche se incosciente, inserendo la propria Carta del Professionista nel lettore collegato al PC; nel caso di un cittadino straniero, il medico legge solo i dati liberi della Carta Sanitaria non italiana, Netlink compliant;

* il personale amministrativo dell'ospedale o il medico di base aggiornano i puntatori di riferimento alla storia clinica del paziente, aggiungendo un nuovo evento all'inizio o alla fine della degenza ospedaliera.

 

Presso lo sportello amministrativo

* Il cittadino si identifica con la propria carta sanitaria presso l'amministrazione della propria ASl di appartenenza, come di qualunque altro sportello al pubblico previsto dal Sistema Sanitario Nazionale, partecipante alla sperimentazione;

* il personale amministrativo legge i dati anagrafici e amministrativi del paziente con il lettore collegato alla propria stazione di lavoro;

* l'operatore inserisce la sua Carta del Professionista per la lettura e la scrittura dei dati amministrativi protetti; eventualmente li modifica, previo assenso dell'assistito che inserisce il suo PIN per l'operazione;

* la modifica sulla Carta Sanitaria del paziente sarà così accompagnata dalla notifica relativamente a chi l'ha operata.

 

L'assistenza sanitaria all'estero (modulo E111)

* Il modulo E111 riguarda l'assistenza sanitaria all'estero rimborsata dalla propria USL di appartenenza. La Carta Sanitaria dimostra la sua utilità sia facilitando le cure sanitarie all'estero, sia accelerando le procedure per la copertura;

* in Italia, l'ASL di competenza riempie l'area della Carta Sanitaria relativa al "diritto all'assistenza sanitaria all'estero", secondo le stesse norme del modulo E111 cartaceo;

* in caso di bisogno di servizi sanitari all'estero, il cittadino esibisce la Carta Sanitaria al fornitore del servizio, dimostrando il proprio diritto a servizi sanitari rimborsati;

* il professionista sanitario del paese ospitante legge la Carta Sanitaria del paziente, ne estrae i dati necessari per l'identificazione e per l'eventuale rimborso delle spese sostenute.

 

In caso di emergenza all'estero

* Il professionista legge la Carta Sanitaria, estraendone i dati identificativi e di emergenza, la lingua parlata, i parenti da contattare ecc.;

* il professionista della sanità, grazie ai dati contenuti nella smart card del paziente, può contattare telefonicamente o per e-mail i parenti e informare con sicurezza di privacy il medico che ha in cura il paziente in Italia.

 

 

Il Pilota italiano

Sistema della carta

I dati

Tipi di dati gestiti

L'accesso del paziente ai dati

Il trattamento dei dati

Base dati di riferimento

Liste su Web

 

I dati

La Carta Sanitaria contiene due set di dati: il primo relativo a dati nazionali che hanno validità solo in Italia; il secondo di dati riconosciuti a livello internazionale.

I dati, internazionali e nazionali (italiani) sono elencati nel documento PDC dati nel quale, fra l'altro, vengono riportati obbligatorietà, significato, lunghezza massima e formato in ambito nazionale (italiano) di ogni singolo campo.

Il set di dati internazionale è costituito da dati ad accesso libero, leggibili da chiunque abbia un lettore conforme, indipendentemente dalla lingua utilizzata per la lettura. I dati internazionali riguardano informazioni sulla stessa carta, dati amministrativi e di emergenza relativi al suo possessore.

 

Tipi di dati gestiti

Amministrativi a lettura libera

* nome, cognome, data nascita, codice di identificazione

* lingue conosciute

* indirizzo

* persone da contattare in caso di bisogno

* ASL di riferimento

* MMG \ Pediatra

* diritto di assistenza all'estero

* donatore di organi e tessuti

Amministrativi protetti

* Esenzione ticket

* diritto alle protesi ed ai presidi

* diritto ai dietetici

Emergenza

* dettagli clinici

* gruppo sanguigno e trasfusioni

* immunizzazioni

* terapie correnti

* prescrizioni oculistiche

* categorie di impianti

* gravidanza

* organi mancanti

 

Puntatori ad eventi sanitari

 

L'accesso del paziente ai dati

ll paziente è abilitato, in qualsiasi momento, a leggere sia i dati liberi che protetti presso il proprio medico di base, presso la propria ASL, oppure anche nella propria abitazione se munito dei necessari lettore e software.

Per accedere ai dati protetti, è necessaria la digitazione del PIN del paziente o l'autorizzazione fornita dalla Carta del Professionista.

 

Il trattamento dei dati

I dati che, per conto e sotto il controllo del cittadino, vengono gestiti da attori diversi sono di due tipi, amministrativi e sanitari. Generazione, trattamento e memorizzazione dei dati amministrativi sono di responsabilità della ASL; mentre quelli sanitari sono di responsabilità del Medico di Medicina generale. Vi è quindi un criterio certo di identificazione del soggetto responsabile della generazione e memorizzazione di ogni tipo di dato. Inoltre, i dati contenuti nella carta sanitaria del paziente, possono essere sempre ricostruiti tramite le basi dati amministrative della USL e sanitarie del medico di base, nel caso, per esempio che la carta venga smarrita, rubata, o risulti illegibile.

 

Base dati di riferimento

Tiene traccia, per ogni cittadino, della USL di riferimento attuale (e della eventuale USL precedente) e del numero sequenziale di carta che ha ricevuto. Questo per evitare duplicazioni, inconsistenze e permettere il trasferimento dei dati amministrativi in caso di cambiamento di residenza, e quindi di USL, anche tra regioni diverse.

Questa base dati contiene dati ufficiali forniti dalle USL, che rimangono responsabili dei dati contenuti nella base dati stessa. Ogni cittadino può, in qualsiasi momento, chiedere di verificare i dati che lo riguardano.

La base dati tiene traccia anche dei rilasci di carte duplicate in sostituzione di quelle rubate o perse.

Tiene traccia, per ogni Professionista della Sanità abilitato al dialogo in rete con gli altri attori del sistema, della chiave pubblica utilizzata per la firma digitale e del numero sequenziale di carta che ha ricevuto.

 

Liste su Web

Per la durata del progetto vengono mantenute su sito Web le seguenti liste:

* Certificati emessi

* Certificati sospesi

* Certificati revocati

Roma 2001