Legge 3 febbraio 2003, n.14 (Legge Comunitaria 2002).

Art. 26: Modifica all’art.1 della legge 24 marzo 2001, n.127. (*)

 

  1. All'art.1, comma 4, della legge 24 marzo 2002, n. 127, le parole "Il Governo emana entro dodici mesi" sono sostituite dalle seguenti: "Il Governo, al fine di consentire il previo recepimento della direttiva 2002/58/CE (**) del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 luglio 2002, relativa al trattamento dei dati personali, emana, entro diciotto mesi".

 

(*) Prorogata di sei mesi l’emanazione del testo unico sulla privacy.

E’ questo il senso della modifica apportata dall'art.26 della Comunitaria 2002 alla legge 127/2001.

Il comma 4 dell'art.1 della legge 127/2001, contenente differimento del termine per l'esercizio della delega prevista dalla legge n.676/1996, risulta infatti, alla luce delle modifiche, essere attualmente il seguente:

"Il Governo, al fine di consentire il previo recepimento della direttiva 2002/58/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 luglio 2002, relativa al trattamento dei dati personali, emana, entro diciotto mesi dallo scadere del termine di cui al comma 1 e previa acquisizione dei pareri previsti nel comma 2, da esprimersi entro sessanta giorni dalla richiesta, un testo unico delle disposizioni in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali e delle disposizioni connesse, coordinandovi le norme vigenti ed apportando alle medesime le integrazioni e modificazioni necessarie al predetto coordinamento o per assicurarne la migliore attuazione".

 

(**) La direttiva n. 2002/58/CE è reperibile sul nostro sito nel settore "leggi"-"unione europea" ed è pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee del 31 luglio 2002 n. L201.