Garante per la protezione
    dei dati personali


Ordinanza di ingiunzione nei confrontidi Gruppo Ro.Ri s.r.l.

PROVVEDIMENTO DEL 15 NOVEMBRE 2012

Registro dei provvedimenti
n. 348 del 15 novembre 2012

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATIPERSONALI

NELLAriunione odierna, alla presenza del dott. Antonello Soro, presidente, delladott.ssa Augusta Iannini, vicepresidente, della prof.ssa Licia Califano,componente e del dott. Giuseppe Busia, segretario generale;

RILEVATOche il Nucleo speciale privacy della Guardia di finanza, in esecuzione dellarichiesta di informazioni prot. nr. 3271/53969 del 15 febbraio 2010, formulatada questa Autorità ai sensi dell'art. 157 del Codice in materia di protezionedei dati personali (di seguito denominato Codice), ha svolto un'attività dicontrollo nei confronti della Casa di cura S. Teresa del Bambin Gesù s.r.l. –P.I.: 01687770568, con sede in Viterbo, viale Trieste n. 87, incorporata, indata 28 dicembre 2006, nel Gruppo Ro.Ri s.r.l., con sede in Roma, via dei Valerin. 1, in persona del legale rappresentante pro-tempore, formalizzata nelverbale di operazioni compiute redatto in data 22 aprile 2010 e integrata conla documentazione inviata dalla società incorporante con nota n. 105 del 6maggio 2010, a fronte della quale à stato accertato che la Casa di cura, aseguito della sua fusione per incorporazione nel Gruppo Ro.Ri. s.r.l., non haprovveduto a notificare al Garante, ai sensi dell'art. 38, comma 4, del Codice,la cessazione del trattamento di dati di cui all'art. 37 del Codice;

VISTOil verbale nr. 43 redatto in data 20 maggio 2010 nei confronti Casa di cura S.Teresa del Bambin Gesù s.r.l. (che riporta, per un mero errore materiale, ladata del 20 maggio 2009), che qui si intende integralmente richiamato, con ilquale à stata contestata, alla predetta società, la violazione amministrativaprevista dall'art. 163 in relazione all'art. 38, comma 4, informandola dellafacoltà di effettuare il pagamento in misura ridotta ai sensi dell'art. 16della legge n. 689/1981;

ESAMINATOil rapporto del Nucleo speciale privacy della Guardia di finanza predisposto aisensi dell'art. 17 della legge 24 novembre 1981, n. 689, relativo al predettoverbale di contestazione, dal quale non risulta essere stato effettuato ilpagamento in misura ridotta;

CONSIDERATOche, a seguito della nota dell'Ufficio prot. n. 3184/69512 datata 8 febbraio2012 ritualmente notificata, con la quale Gruppo Ro.Ri s.r.l., societàincorporante la Casa di cura Santa Teresa del Bambin Gesù s.r.l., à stata nuovamenteinvitata per essere sentita ai sensi dell'art. 18 della legge n. 689/1981,nessun rappresentante della società si à presentato presso gli ufficidell'Autorità alla data e ora indicati e senza che, peraltro, pervenisse alcunacomunicazione in merito;

RILEVATO,altresì, che la società incorporante, oltre a non essersi presentata per esseresentita ai sensi dell'art. 18 della legge n. 689/1981, non si à avvalsa dellealtre facoltà previste dal medesimo art. 18 della stessa legge;

RILEVATO,pertanto, che la Casa di Cura Santa Teresa del Bambin Gesù s.r.l., incorporatanel Gruppo Ro.Ri s.r.l., non ha provveduto, ai sensi dell'art. 38, comma 4 delCodice, a notificare al Garante la cessazione del trattamento di datisottoposto agli obblighi di cui all'art. 37 del Codice;

RILEVATO,altresì, che la notifica della cessazione del trattamento avrebbe dovuto essereeffettuata entro e non oltre la data di cessazione della società ovvero entroil 28 dicembre 2006 e che, di conseguenza, la norma sanzionatoria applicabileal caso di specie à quella vigente a tale data;

VISTOl'art. 163 del Codice che, nella formulazione antecedente alle modificheintrodotte dal D.L. n. 207 del 30 dicembre 2008, convertito, con modificazioni,in legge n. 14 del 27 febbraio 2009, punisce la violazione delle disposizionidi cui all'art. 38 con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma dadiecimila euro a sessantamila euro;

CONSIDERATOche, ai fini della determinazione dell'ammontare della sanzione pecuniaria,occorre tenere conto, ai sensi dell'art. 11 della legge 24 novembre 1981 n.689, dell'opera svolta dall'agente per eliminare o attenuare le conseguenzedella violazione, della gravità della violazione, della personalità e dellecondizioni economiche del contravventore;

CONSIDERATOche, nel caso in esame:

a) inordine all'aspetto della gravità, la violazione non risulta connotata daelementi specifici in relazione alle modalità concrete della condotta,all'intensità dell'elemento psicologico e all'entità del pregiudizio o del pericoloarrecato;

b) aifini della valutazione dell'opera svolta dall'agente, si rileva come al Garantenon sia stata notificata alcuna cessazione del trattamento di dati;

c) circala personalità dell'autore della violazione, deve essere considerato che lasocietà non ha precedenti specifici in termini di violazioni delle disposizionidel Codice;

d) inmerito alle condizioni economiche dell'agente, si rileva come la societàincorporante, per l'anno 2010, abbia dichiarato un rilevante valore dellaproduzione;

RITENUTOdi dover determinare, ai sensi dell'art. 11 della legge n. 689/1981,l'ammontare della sanzione pecuniaria per la violazione dell'art. 163 delCodice, nella misura di euro 25.000,00 (vinticinquemila);

VISTAla documentazione in atti;

VISTAla legge 24 novembre 1981 n. 689, e successive modificazioni e integrazioni;

VISTEle osservazioni dell'Ufficio formulate dal segretario generale ai sensidell'art. 15 del regolamento del Garante n. 1/2000, adottato con deliberazionedel 28 giugno 2000;

RELATOREla prof.ssa Licia Califano;

ORDINA

alGruppo Ro.Ri s.r.l., con sede in Roma, via dei Valeri n. 1, in persona dellegale rappresentante pro-tempore, quale società incorporante la Casa di curaS. Teresa del Bambin Gesù s.r.l., con sede in Viterbo, viale Trieste n. 87, dipagare la somma di euro 25.000,00 (venticinquemila) a titolo di sanzioneamministrativa pecuniaria per la violazione prevista dall'art. 163 del Codice;

INGIUNGE

allamedesima società di pagare la somma di euro 25.000,00 (venticinquemila),secondo le modalità indicate in allegato, entro 30 giorni dalla notificazionedel presente provvedimento, pena l'adozione dei conseguenti atti esecutivi anorma dall'art. 27 della legge 24 novembre 1981, n. 689, prescrivendo che,entro il termine di giorni 10 (dieci) dal versamento, sia inviata a questaAutorità, in originale o in copia autentica, quietanza dell'avvenutoversamento.

Aisensi degli artt. 152 del Codice e 10 del d.lg. n. 150/2011, avverso ilpresente provvedimento può essere proposta opposizione all'autorità giudiziariaordinaria, con ricorso depositato al tribunale ordinario del luogo ove ha laresidenza il titolare del trattamento dei dati, entro il termine di trentagiorni dalla data di comunicazione del provvedimento stesso, ovvero di sessantagiorni se il ricorrente risiede all'estero.

Roma,15 novembre 2012

Il presidente
Soro

Il relatore
Califano

Il segretario generale
Busia