Garante per la protezione
    dei dati personali


[v. Newsletter]

Giornalismo: uso di immaginitratte dai social networks

Provvedimentodel 6 maggio 2009

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

Nella riunione odierna, in presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Mauro Paissan, del dott.Giuseppe Fortunato, componenti e del cons. Filippo Patroni Griffi, segretariogenerale;

VISTA la segnalazione del 3 marzo 2009con la quale il sig. Davide Moscone lamenta l'illecita pubblicazione di una suafotografia sui quotidiani Ciociaria Oggi (edizioni del 23 e 24 febbraio 2009) e La Provincia, cronaca di Frosinone (edizione del 24 febbraio2009);

VISTI gli elementi acquisitinell'istruttoria;

VISTI gli atti d'ufficio e leosservazioni formulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 delregolamento n. 1/2000;

RELATORE il dott. Mauro Paissan;

 

PREMESSO

Ú pervenuta al Garante una segnalazionecon la quale il sig. Davide Moscone ha lamentato che sul quotidiano CiociariaOggi (edizioni del 23 e 24 febbraio2009) e La Provincia, cronaca diFrosinone (edizione del 24 febbraio 2009) Ć stata erroneamente pubblicata unasua fotografia a corredo della notizia della morte di un giovane di Atina, suoomonimo, avvenuta a causa di un incidente stradale. Il segnalante ha precisatoche la fotografia costituiva una riproduzione di quella associata al suoprofilo personale presente sul social network "Facebook".

In relazione all'accaduto il segnalante,oltre a chiedere alle testate di pubblicare una rettifica della notizia, haaltresô denunciato il caso all'Autoritł prospettando una violazione delledisposizioni in materia di protezione dei dati personali.
Le testatehanno provveduto a soddisfare la richiesta del segnalante –di cui CiociariaOggi ha dato comunicazione anche alGarante- senza formulare ulteriori osservazioni sul caso, come richiestodall'Autoritł in sede di istruttoria.

CI˝ PREMESSO, IL GARANTEOSSERVA:

Il caso trae origine dalla pubblicazione,su alcuni quotidiani a diffusione locale, della notizia relativa al decesso diun giovane a causa di un incidente stradale.

Al riguardo, il Garante ha semprericordato che la vigente disciplina in materia di protezione dei dati personaliriserva all'attivitł giornalistica un regime speciale (artt. 136 e ss Codice inmateria di protezione dei dati personali - d.lg. 30 giugno 2003, n. 196, diseguito "Codice" e allegato codice di deontologia relativo al trattamento dei dati personalinell'esercizio dell'attivitł giornalistica) il quale consente al giornalista didiffondere i dati, anche senza il consenso degli interessati, nel rispetto deilimiti del diritto di cronaca e, in particolare, di quellodell'"essenzialitł dell'informazione riguardo a fatti di interessepubblico" (art. 137, comma 3, del Codice).

Ciś posto, il giornalista Ć perś tenutoanche al rispetto di alcuni principi generali, applicabili a qualunque tipo ditrattamento di dati e che si traducono, tra gli altri, nel dovere di trattare idati personali in modo corretto, verificando innanzitutto la loro esattezza(art. 11, comma 1, lett. a) e c) del Codice).

Invero, tali principi, prima ancoradell'entrata in vigore della disciplina in materia di protezione dei datipersonali, erano gił affermati nelle leggi e nelle carte deontologiche che datempo disciplinano il settore (l. 8 febbraio 1948, n. 47 e 3 febbraio 1963, n.69; carta dei doveri del giornalista - Documento CNOG – FNSI 8 luglio1993), nonchÄ consolidati attraverso una copiosa giurisprudenza, ecostituiscono l'essenza di una corretta e professionale attivitł giornalistica.

Nel caso di specie, come Ć emerso dagliatti, le testate giornalistiche sopra individuate, al fine di dare un voltoalla vittima dell'incidente, hanno diffuso una fotografia tratta da uno dei piŁfrequentati social networks,senza verificare la corrispondenza di identitł tra la persona ivi rappresentatae quella deceduta nell'incidente.

Preso atto della circostanza che letestate hanno provveduto a pubblicare una rettifica (Ciociaria Oggi del 5 marzo 2009 e La Provincia, cronaca di Frosinone del 4 marzo 2009), si devecomunque rilevare che la diffusione della suddetta fotografia a corredo dellanotizia dell'incidente stradale che ha causato la morte di un omonimo di Atinaha concretizzato un trattamento in violazione delle disposizioni a tutela deldiritto alla protezione dei dati personali e dell'identitł personale, essendostate raccolte informazioni non adeguatamente verificate e diffusi dati personalierrati.

Alla luce delle considerazioni svolte, vapertanto affermata l'illiceitł del trattamento oggetto di segnalazione e, aisensi degli artt. 139, comma 5, 143, comma 1 lett. c) e 154 comma 1, lett. d),del Codice, va disposto nei confronti di Nuova Editoriale Ciociaria Oggi e EffeCooperativa Editoriale S.p.a., quali editori, rispettivamente, di CiociariaOggi e La Provincia e titolari del trattamento di dati oggetto disegnalazione, il divieto di diffondere, anche tramite i siti web delle testate, la fotografia del segnalante nelcontesto della notizia dell'incidente mortale occorso al giovane di Atina.

Si fa presente che in caso diinosservanza del divieto si renderł applicabile la sanzione di cui all'art. 170del Codice, oltre alla sanzione amministrativa di cui all'art. 162, comma 2 terdel Codice.

Resta impregiudicata la facoltł perl'interessato di far valere i propri diritti in sede civile in relazione allacondotta accertata (cfr. anche art. 15 del Codice).

Copia del presente provvedimento verrłinviata all'Ordine regionale dei giornalisti e al Consiglio nazionaledell'Ordine dei giornalisti, per le valutazioni di relativa competenza.

TUTTO CI˝ PREMESSO ILGARANTE:

a) rileva l'illiceitł deltrattamento di dati personali presente sulle edizioni di Ciociaria Oggi del 23 e 24 febbraio 2009 e La Provincia, cronaca di Frosinone, del 24 febbraio 2009;

b) ai sensi degli artt. 139 comma 5,143 comma 1, lett. c) e 154 comma 1, lett. d) del Codice in materia diprotezione dei dati personali, dispone nei confronti di Nuova EditorialeCiociaria Oggi e Effe Cooperativa Editoriale S.p.a., quali editori,rispettivamente, di Ciociaria Oggie La Provincia e titolari deltrattamento di dati oggetto di segnalazione, il divieto di diffondere, anchetramite i siti web delle testate, la fotografia del segnalante nel contestodella notizia dell'incidente mortale occorso al giovane di Atina.

c) dispone l'invio di copia delpresente provvedimento all'Ordine regionale dei giornalisti e al Consiglionazionale dell'Ordine dei giornalisti, per le valutazioni di relativacompetenza.

Roma, 6 maggio 2009

Il presidente
Pizzetti

Il relatore
Paissan

Il segretario generale
Patroni Griffi