Garante per la protezione
    dei dati personali


Ordinanza di ingiunzione neiconfronti di Eutelia S.p.A.

Provvedimentodel 11 dicembre 2008

Registro delledeliberazioni
Del. n. 71 del 11 dicembre 2008

 

IL GARANTE PER LAPROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

ORDINANZA INGIUNZIONE

NELLA riunione odierna, alla presenza delprof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti,vicepresidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato,componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

ESAMINATO il rapporto dell'Ufficio delGarante predisposto ai sensi dell'art. 17 della legge 24 novembre 1981, n. 689,relativo al verbale di contestazione per violazione amministrativa redatto indata 16 gennaio 2007 nei confronti di Eutelia S.p.A., con sede in Arezzo,piazza Calamandrei n. 173, in persona del legale rappresentante pro-tempore, per violazione dell'articolo 13 del Codice inmateria di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2006, n. 196, diseguito denominato "Codice");

RILEVATO che Gruppo Chicco s.n.c. harivolto al Garante una segnalazione datata 23 giugno 2006 nei confronti diEutelia S.p.A. inerente all'attivazione non richiesta del servizio telefonicodi preselezione automatica dell'operatore  (Cps);

RILEVATO che, dagli elementi fornitisulla base della richiesta di informazioni n. 17829/48525 dell'8 settembre2006, emerge che Eutelia S.p.A. ha effettuato, sia pure per un asserito errore,un trattamento di dati personali inerenti alla segnalante senza fornire laprevista informativa di cui all'art. 13 del Codice, "a seguito dellamigrazione del cliente sul codice operatore 10040 di Eutelia" e di una sua configurazione "in modalitą CPSanziché CS";

VISTA la contestazione n. 747/48525 del16 gennaio 2007 notificata in data 22 gennaio 2007, con cui Ź stata contestataa Eutelia S.p.A. la violazione amministrativa prevista dall'art. 161 delCodice, in relazione all'art. 13, informandola della facoltą di effettuare ilpagamento in misura ridotta ai sensi dell'art. 16 della legge n. 689/1981;

RILEVATO dal rapporto che Eutelia S.p.A.non risulta essersi avvalsa né della facoltą prevista dall'art. 18 della leggen. 689/1981 (non inviando all'Autoritą scritti difensivi e documenti ochiedendo di essere sentita), né di quella prevista dall'articolo 16 dellamedesima legge (pagamento in misura ridotta);

RILEVATO che Eutelia S.p.A. ha effettuatoil predetto trattamento di dati personali (art. 4 comma 1, lett. a) e b)del Codice) senza rendere la dovuta informativa agli interessati ai sensidell'art. 13 del Codice;

VISTO l'art. 161 del Codice che puniscela violazione delle disposizioni di cui all'art. 13 con la sanzioneamministrativa del pagamento di una somma da tremila euro a diciottomila euro;

VISTA la legge 24 novembre 1981 n. 689, esuccessive modificazioni e integrazioni;

RITENUTO di dover determinare l'ammontaredella sanzione pecuniaria, avuto riguardo ai parametri indicati nell'art. 11della legge 24 novembre 1981 n. 689, valutati anche in relazione all'attivitąsvolta, alla condotta, al genere di trattamento di dati personali e allecondizioni economiche (volume d'affari) e tenuto conto anche di ulterioricontestazioni di violazioni amministrative effettuate nei riguardi della societąstessa, nella somma di diciottomila euro;

VISTO l'art. 161 del Codice che prevedela facoltą di aumentare fino al triplo la sanzione edittale quando, in ragionedelle rilevanti condizioni economiche del contravventore, la stessa risultiinefficace;

CONSIDERATE le condizioni economichedella societą (volume d'affari), le quali inducono a ritenere necessaria e congrual'applicazione di tale coefficiente nella misura del triplo;

RITENUTO, pertanto, di dover quantificarela misura della sanzione in euro cinquantaquattromila;

VISTA la documentazione in atti;

VISTE le osservazioni dell'Ufficio,formulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento delGarante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Giuseppe Chiaravalloti;

ORDINA

a Eutelia S.p.A., con sede in Arezzo,piazza Calamandrei n. 173, in persona del legale rappresentante pro-tempore, di pagare la somma di euro 54.000,00(cinquantaquattromila) a titolo di sanzione amministrativa pecuniaria per laviolazione prevista dall'art. 161 del Codice indicata in motivazione;

INGIUNGE

alla medesima societą di pagare la sommadi euro 54.000,00 (cinquantaquattromila) secondo le modalitą indicate inallegato, entro 30 giorni dalla notificazione del presente provvedimento, penal'adozione dei conseguenti atti esecutivi a norma dall'art. 27 della legge 24novembre 1981, n. 689, prescrivendo che, entro il termine di giorni 10 (dieci)dal versamento, sia inviata a questa Autoritą, in originale o in copiaautentica, quietanza dell'avvenuto versamento;

DÁ ATTO CHE

avverso il presente provvedimento, aisensi dell'art. 152 del Codice, puė essere proposta opposizione davanti al tribunaleordinario del luogo ove ha sede il titolare del trattamento entro il termine ditrenta giorni dalla notificazione del presente provvedimento.

Roma, 11 dicembre 2008

Il presidente
Pizzetti

Il relatore
Chiaravalloti

Il segretario generale
Buttarelli