Garante per la protezione
    dei dati personali


Contestazione di violazione amministrativa - 13 dicembre 2004

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

Prot. n.  36762/38126/30

Roma, 13 dicembre 2004

CONTESTAZIONE DI  VIOLAZIONE AMMINISTRATIVA(Artt. 37, comma 1 e 163, del d. lg. n. 196/2004 e 14 l.  n. 689/1981)

NEI CONFRONTI DI AZIENDA SANITARIA LOCALE ROMA "C" CON SEDE IN ROMA VIA DELL'ARTE 68, IN PERSONA DEL LEGALE RAPPRESENTANTE PRO-TEMPORE.

L'UFFICIO DEL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

Esaminati gli atti curati dal Dipartimento vigilanza e controllo di questa Autoritą, in relazione all'accertamento eseguito nei confronti dell'Azienda sanitaria locale Roma "C" di Roma in data 24 settembre 2004 presso gli uffici siti in via dell'Arte n. 68, ai sensi dell'art. 13, comma 1, della legge 24 novembre 1981, n. 689, e dell'art. 157 del Codice in materia di protezione di dati personali approvato con d.lg. n. 196/2003, per verificare l'osservanza delle disposizioni in materia di notificazione e di misure di sicurezza per il trattamento di dati personali, anche in relazione a notizie pubblicate sul quotidiano "Il Tempo" in data 22 settembre 2004;

Visto il verbale di operazioni compiute nel quale si dą atto che, alla richiesta se l'azienda avesse provveduto ad effettuare la notificazione prevista dall'art. 37, comma 1,  del Codice in relazione ai trattamenti di dati di cui al comma 1, lettere a) e b)  del medesimo articolo la stessa, in persona di un proprio rappresentante presente all'accertamento, ha dichiarato di non aver provveduto all'adempimento di cui trattasi;

Rilevato che la predetta azienda sanitaria effettua un trattamento di dati personali per il quale sussiste l'obbligo di notificare il trattamento al Garante per la protezione dei dati personali, come esplicitamente indicato dall'art. 37, comma 1, lett. b), del Codice;

Riservata ogni ulteriore valutazione di questa Autoritą con separato provvedimento in ordine alla liceitą e correttezza del trattamento di dati;

Considerato che occorre contestare all'Azienda sanitaria locale Roma "C" di Roma, in persona del legale rappresentante pro tempore, la violazione delle disposizioni attinenti alla notificazione dei trattamenti effettuati ai sensi del predetto art. 37;

Visto l'art. 163 del Codice,  che punisce la violazione delle disposizioni di cui al medesimo art. 37 con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma pari a diecimila/00 euro fino a sessantamila/00 euro;

Visti gli articoli 14, 16, 17 e 18 della legge 24 novembre 1981, n. 689;

CONTESTA

all'Azienda sanitaria locale Roma "C" con sede in Roma via dell'Arte n. 68, nella persona del legale rappresentate pro-tempore, ai sensi dell'art. 163 del Codice, la violazione delle disposizioni di cui all'art. 37 del medesimo Codice, in relazione a quanto esposto in premessa.

Il trasgressore Ź ammesso al pagamento in misura ridotta, in misura di ventimila/00 euro nel termine perentorio di 60 giorni dalla notifica del presente atto.

IL SEGRETARIO GENERALE
 Giovanni Buttarelli


AVVERTENZE

PAGAMENTO IN MISURA RIDOTTA

Ai sensi dell'art. 16 della legge 24 novembre 1981 n. 689 il titolare del trattamento Ź ammesso a pagare entro sessanta giorni dalla notificazione del presente atto la somma corrispondente a 20000 euro (ventimila) pari alla terza parte del massimo della sanzione prevista per la violazione. Il pagamento puė essere effettuato tramite bollettino postale intestato a "Tesoreria Provinciale dello Stato di Roma" (il cui numero di conto corrente potrą essere acquisito presso l'ufficio postale); indicando la seguente causale "proventi derivanti dalle sanzioni pecuniarie comminate dal Garante per la protezione dei dati personali.", indicando alla voce "imputazione" il "Capo X capitolo di entrata 2373" 

PROVA DEL PAGAMENTO IN MISURA RIDOTTA

Dell'avvenuto pagamento dovrą essere data tempestiva comunicazione, presentando o inviando copia della quietanza a "Garante per la protezione dei dati personali, piazza di Monte Citorio n. 121, 00186 Roma" (06.69677792, fax 06.69677715/785), onde evitare l'inoltro del rapporto per l'ordinanza-ingiunzione e l'applicazione della sanzione in misura intera trascorsi 60 giorni dalla notificazione.

SCRITTI DIFENSIVI E DOCUMENTI

Entro trenta giorni dalla notificazione del presente atto potranno pervenire al predetto indirizzo scritti difensivi e documenti e si potrą chiedere di essere sentiti dall'Autoritą.

RAPPORTO

Qualora non venga effettuato il pagamento in misura ridotta entro sessanta giorni dalla notifica del presente atto sarą presentato rapporto e il Garante adotterą i provvedimenti di cui all'art. 18 della legge n. 689/1981 in relazione agli artt. 157 e 166 del d.lg. n. 196/2003.