Garante per la protezione
    dei dati personali


Comunicato Stampa

GIORNALISMO: PARTE L'AGGIORNAMENTO DELCODICE DEONTOLOGICO

Partono i lavori perl'aggiornamento del codice deontologico dei giornalisti. Il Garante ha adottato la delibera con la quale promuove l'adozione dimodifiche e integrazioni al codice di deontologia dei giornalisti.

Pochigiorni fa, a seguito della lettera inviata dal Garante privacy al Presidentedel Consiglio nazionale dell'ordine dei giornalisti, si Ŕ svolto l'incontro trai rappresentanti del Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti e ilGarante per la protezione dei dati personali con il quale si Ŕ confermata lacomune volontÓ di adeguare il codice anche alle mutate realtÓ e sensibilitÓ,anche alla luce delle implicazioni che l'evoluzione tecnologica ha sul modo difare informazione.

Nelladelibera, in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, viene prevista,in accordo con il Consiglio nazionale dell'ordine dei giornalisti, lapossibilitÓ di sentire nel corso dei lavori soggetti rappresentativi del mondodell'informazione, anche on line, ed altri soggetti interessati alleproblematiche legate alla protezione dei dati personali.

Laprocedura per l'aggiornamento del codice stabilita nella delibera prevede,inoltre, la possibilitÓ di esaminare eventuali contributi che dovesseropervenire da parte di associazioni o altri organismi che operano in particolaresulla rete Internet nei settori legati alle attivitÓ dei mezzi di informazioneo si interessano del rapporto tra libertÓ di informazione e tutela della privacy.

Icontributi dovranno essere inviati alla casella codicegiornalismo@gpdp.it

"E'una sfida davvero importante - sottolinea il Presidente dell'AutoritÓGarante, Antonello Soro. "In un tempo di grandi trasformazioni socialie di mutamenti indotti dalla rivoluzione digitale trovo molto positivo che glioperatori dell'informazione condividano la volontÓ di misurarsi sul terreno delcodice. Il nostro obbiettivo - conclude Soro - Ŕ quello di coniugare alpunto pi¨ alto l'articolo 21 della Costituzione con la difesa del dirittofondamentale al rispetto della dignitÓ personale".

Roma, 1 agosto 2013