Garante per la protezione
    dei dati personali


Comunicato Stampa

"NO A ULTERIORE DANNO MEDIATICO". FRANCESCO PIZZETTI, PRESIDENTE DEL GARANTE, SULL'INCHIESTA GIUDIZIARIA DI POTENZA

É grave aggiungere al danno derivante dai tentati ricatti anche quello mediatico. Il richiamo deciso viene dal presidente dell'Autorità Garante per  la privacy, Francesco Pizzetti, che a  margine di un convegno all'università cattolica di Milano dedicato ai temi della protezione di dati personali, è intervenuto sulla nuova ondata di notizie e gossip relativa all'inchiesta di Potenza.

"Mi pare grave — ha detto Pizzetti — che malgrado i ripetuti richiami dell'Autorità, si continui ad esporre chi è già stato vittima di ricatti, che la stessa autorità giudiziaria sta perseguendo, ad ulteriori danni mediatici. Trovo ancora più inaccettabile che si metta a rischio l'immagine e la dignità stessa delle persone accostandole a fatti e vicende che dimostrano soltanto l'intenzione di perpetrare a loro danno ricatti e comportamenti criminosi. É necessario ricordare ancora una volta — ha concluso — che l'informazione deve attenersi al principio di essenzialità e alla tutela della dignità delle persone, chiunque esse siano, e specialmente quando dalle notizie pubblicate nulla risulti a loro carico"

Milano, 14 marzo 2007