Garante per la protezione
    dei dati personali


Comunicato Stampa

DICHIARAZIONE DI MAURO PAISSAN

"Se non ben utilizzato -commenta il relatore Paissan - il Portfolio può tradursi in una sorta di schedatura dannosa per gli alunni. Non si può addossare a un ragazzo un fardello di informazioni delicate di cui non può più liberarsi fino al termine del corso di studi". Paissan precisa: "Alla scuola e all'insegnante può essere utile conoscere informazioni anche molto personali sui ragazzi, ma queste non possono essere fissate in una documentazione che l'alunno deve portarsi dietro per anni. Alcuni dati sulla situazione famigliare, o di tipo sanitario, o d'ordine psicologico o relativi alla fede o all'origine etnica, potrebbero tradursi in un marchio, in un grave pregiudizio".

Roma, 1 settembre 2005