Garante per la protezione
    dei dati personali


Comunicato Stampa

CONCLUSI I LAVORI DEL CODICE DEONTOLOGICO SULLE "CENTRALI RISCHI" PRIVATE

Si sono conclusi oggi i lavori del codice deontologico per le cosiddette "centrali rischi" private. L'importante risultato è stato conseguito dopo due anni di impegno che hanno visto riuniti associazioni dei consumatori e associazioni rappresentative di banche, finanziarie e centrali rischi private.

Il Garante adotterà nelle prossime settimane alcuni provvedimenti di accompagnamento o di attuazione del codice che entrerà in vigore il 1 gennaio 2005.

Le cosiddette "centrali rischi" private, che d'ora innanzi si chiameranno "sistemi di informazioni creditizie", sono banche dati costituite per verificare l'affidabilità e la puntualità nei pagamenti e le eventuali situazioni di morosità. Ad esse accedono gli operatori finanziari prima di concedere un prestito, un mutuo o un finanziamento.

Il codice introdurrà maggiori garanzie per i numerosi cittadini che chiedono un prestito personale, un mutuo, un finanziamento per l'acquisto di beni di consumo (es.: un'autovettura, un elettrodomestico, ecc.), una dilazione di pagamento, il rilascio di una carta di credito.

Roma, 26 ottobre 2004