Garante per la protezione
    dei dati personali


Comunicato Stampa

DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE DELL'AUTORITA' GARANTE, STEFANO RODOTA', IN MERITO AL MESSAGGIO INDIRIZZATO DAL VICEPRESIDENTE DEGLI STATI UNITI, AL GORE, ALLA CONFERENZA MONDIALE DI VENEZIA

"Il Vice presidente degli Stati Uniti, Al Gore, ha inviato un ampio messaggio alla Conferenza Internazionale sulla Privacy in corso di svolgimento a Venezia.

Al Gore ha sottolineato che gli Stati Uniti considerano la privacy come un valore fondamentale che deve essere adeguatamente tutelato. Per raggiungere questo obiettivo è stata, infatti, rafforzata la legislazione in materie particolarmente delicate, come quelle riguardanti i dati sanitari e il rischio di discriminazioni genetiche, ed è stato incentivato il ricorso all'autoregolamentazione da parte delle imprese.

Ma è particolarmente importante che Gore abbia messo l'accento sulla necessità di regole comuni: "Senza un approccio comune ai criteri in base ai quali trattare i dati che noi consideriamo veramente privati - ha affermato il Vicepresidente americano - ci troviamo di fronte a difficoltà giuridiche di ardua soluzione. Come fa una multinazionale a sapere quali regole di quale Paese applicare? Quali criteri devono essere applicati? Le domande sono un'infinità".

Gore ha, infine, chiesto alla Conferenza di collaborare per superare il "digital divide" tra Paesi avanzati e Paesi in via di sviluppo, per evitare che questi ultimi sprofondino in un "medioevo dell'informazione".