Garante per la protezione
    dei dati personali


Comunicato Stampa

GRATISTEL (2)

Con riferimento alle notizie riguardanti il servizio GratisTel, il Garante per la protezione dei dati personali conferma che è imminente l'adozione di un suo provvedimento in materia. L'attività del Garante è stata ed è unicamente rivolta ad assicurare la piena tutela dei diritti riconosciuti dalla legge ai cittadini, sia a quelli che concludono questo tipo di contratti, sia a quelli che sono estranei al contratto e ricevono telefonate destinate ad essere interrotte da messaggi pubblicitari.

È necessario tener presente che, per ottenere un certo tempo di chiamate gratuite, i sottoscrittori del contratto devono comunicare un considerevole numero di dati personali, che saranno poi utilizzati per diverse finalità: ad esempio, elaborando profili personali che possono essere successivamente ceduti ad altri soggetti i quali, a loro volta, li utilizzeranno per ulteriori attività di promozione pubblicitaria.

In questo modo, i cittadini cedono un bene ormai essenziale al funzionamento del mercato, i loro dati personali, ed è preciso dovere del Garante, da una parte far sì che ciascuno sia ben consapevole delle conseguenze della sua scelta e, dall'altra, non consentire utilizzazioni improprie delle informazioni cedute che possono provocare problemi agli interessati.

Ancor più delicata è la posizione del chiamato, la cui libertà non può essere violata imponendogli l'ascolto di una pubblicità non richiesta.

12 novembre 1999