Garante per la protezione
    dei dati personali

Comunicato Stampa

Il Garante per la protezione dei dati personali,sollecitato da alcune segnalazioni relative ad una violenza carnaleche sarebbe avvenuta in Somalia durante la missione di pace cuiha partecipato l'Italia, richiama l'attenzione degli organi diinformazione sul fatto è vietata la divulgazione attraversoi mezzi di comunicazione di massa delle generalità o dell'immaginedi una persona - anche se straniera - offesa da un atto di violenzasessuale, qualora la persona offesa non abbia prestato il proprioconsenso alla divulgazione.

Questo divieto è anteriore all'entrata invigore della legge sulla protezione dei dati personali ed èstato introdotto dalla legge n. 66 del 1996 sulla violenza sessuale,che vieta appunto la divulgazione senza il consenso della personaoffesa (art. 734 bis del codice penale).

27.l.1998