Garante per la protezione
    dei dati personali


Comunicato Stampa

DISPONIBILITÀ DEL GARANTE PER LA DEFINIZIONE GARANZIE INTERESSE GENERALE

In relazione a studi ed iniziative in atto per la realizzazione di strumenti che consentano ai cittadini di usufruire di servizi sociali, il Garante per la protezione dei dati personali ha inviato una lettera alla Presidenza del Consiglio ed ai Ministri competenti con la quale ha comunicato, nell'ambito della consultazione stabilita dalla legge 675 del 1996 e nei modi che saranno ritenuti opportuni, la più ampia disponibilità a collaborare alla definizione di alcune garanzie di interesse generale.

Queste vanno previste nella predisposizione di misure riguardanti la sfera privata delle persone, specie quando tali misure presuppongono l'attribuzione ai soggetti interessati di una carta o di un documento personale contrassegnato da un numero di identificazione.

Tale previsione risulta necessaria anche alla luce della direttiva comunitaria n. 95/46/CE che obbliga gli Stati membri a determinare le condizioni per il rilascio di tali numeri e per l'elaborazione di dati personali ad essi collegati.

22 settembre 1997