Garante per la protezione
    dei dati personali

Comunicato Stampa

I componenti dell'Autorità Garante per la protezione dei dati personali hanno incontrato ieri due delegazioni della Banca d'Italia e dell'Associazione Bancaria Italiana per analizzare congiuntamente le problematiche organizzative derivanti dall'applicazione della legge 675 del 1996 all'attività bancaria.

Le due delegazioni erano guidate rispettivamente dal Dott. Antonio Finocchiaro, Vice Direttore Generale della Banca Centrale, e dal Dott. Giuseppe Zadra, Direttore Generale dell'ABI.

Nell'incontro si sono tracciate alcune linee guida per rendere perfettamente compatibile con la tutela del diritto alla privacy, garantito al cittadino dalla legge 675, l'esercizio dell'attività bancaria, anche e soprattutto tenendo conto, già da oggi, delle nuove funzioni che caratterizzeranno la banca del prossimo futuro, sempre più orientata ad offrire servizi efficaci ed efficienti alla clientela mediante sistemi telematici e con modelli organizzativi tesi a superare le tradizionali reti di filiali.

Le linee guida verranno sviluppate ed approfondite attraverso un esame congiunto che sarà immediatamente avviato.

16 luglio 1997