Garante per la protezione
    dei dati personali


Le banche dovranno attenersi, nei rapporti intercorrenti con società esterne incaricate del servizio di trattamento delle dichiarazioni dei redditi, alle prescrizioni contenute nella convenzione tra ABI e Ministero delle finanze, procedendo alla designazione di responsabili del trattamento e all'individuazione delle persone fisiche incaricate di trattare le dichiarazioni.

Roma,7 luglio 1998       

Credito Cooperativo       
Cassa rurale ed artigiana       
di Ravenna e Russi       
Corso Farini, 24       
Russi       

OGGETTO: Dichiarazioni dei redditi - Trattamento dei dati.

E' stato richiesto il parere di questa Autorità in ordine alla configurazione che devono assumere, ai sensi della legge n. 675/1996, le società specializzate eventualmente incaricate dagli istituti di credito di trattare le informazioni contenute nelle dichiarazioni dei redditi dei contribuenti, allo scopo di predisporle in formato elettronico per il successivo inoltro al Ministero delle finanze, ai sensi del d.PR. 29/9/1973 n. 600 così come modificato dal d.lg. 8/5/1998 n. 135.

L'art. 2 di tale decreto ha inserito nel d.PR. 29/9/1973 n. 600 un nuovo articolo (12 bis), prevedendo tra l'altro che le modalità per il trattamento dei dati siano fissate nelle convenzioni stipulate fra l'Amministrazione finanziaria ed i soggetti incaricati di trasmettere le dichiarazioni, convenzioni già approvate con decreto ministeriale.

Per quanto concerne il settore bancario, analogamente a quanto è avvenuto per le Poste Spa, è stata quindi predisposta una convenzione fra il Ministero delle finanze e l'ABI nella quale, su espressa indicazione di questa Autorità, sono state inserite alcune prescrizioni volte a garantire nel modo più rigoroso la riservatezza dei contribuenti.

Codesta banca dovrà quindi attenersi a tale convenzione, che in armonia con il citato art. 12 bis non permette di considerare le società esterne incaricate del servizio quali autonomi titolari del trattamento, e dovrà quindi procedere alla nomina del responsabile e delle persone fisiche incaricate di trattare le dichiarazioni.

IL PRESIDENTE