Garante per la protezione
    dei dati personali

Newsletter

TELECAMERE "INTELLIGENTI" PER IMPIANTI IN ZONE ISOLATE

 

IlGarante per la privacy ha accolto le richieste avanzate da un gruppoindustriale di installare un sistema di videosorveglianza "intelligente",dotato di riconoscimento dei movimenti, per proteggere cinque complessifotovoltaici posizionati in zona isolate.

Ledomande di verifica preliminare presentate traggono origine dalle peculiariesigenze organizzative e di sicurezza dei siti produttivi che si trovano inampie aree lontano da centri abitati e solitamente non richiedono la presenzadi personale sul posto.

Lesocietà che gestiscono gli impianti hanno quindi chiesto di poter abbinare alnormale sistema di videosorveglianza, dotato di telecamere fisse e "speed-dome"(brandeggiabili e dotate di zoom), una funzione di "motion control" in grado dirilevare automaticamente eventuali movimenti all'interno dell'area ripresa e diallertare immediatamente il personale di controllo.

Lenuove funzionalità consentirebbero alle imprese di garantire la sicurezza delleinfrastrutture da intrusioni e danneggiamenti, nonché di monitorarecostantemente il corretto funzionamento degli impianti in modo da richiedere l'interventodi addetti sul posto solo in caso di eventi anomali.

L'Autoritàha riconosciuto le specifiche necessità del gruppo e ha autorizzato l'attivazionedelle nuove tecnologie con l'obbligo, però, di adottare adeguate tutele per laprivacy.

Letelecamere dovranno essere opportunamente segnalate e potranno inquadrare solole aree interne dell'impianto e l'area immediatamente attigua la recinzione.

L'accessovia internet alle immagini conservate nei computer degli impianti potràavvenire solo tramite connessioni protette (con rete VPN) e trasmissionicriptate. Tali dati, inoltre, potranno essere consultati solo da personaleappositamente incaricato e dotato di utenze di accesso individuale.

Il Garante ha infine sottolineato che, siccome letelecamere potrebbero riprendere l'attività del personale inviato a operare sulposto, le aziende coinvolte dovranno comunque operare nel rispetto delloStatuto dei lavoratori.

Primadi avviare l'attività di videosorveglianza, le società dovranno quindiattendere l'apposito nulla osta già richiesto alle competenti Direzioniprovinciali del lavoro. In ogni caso, le riprese potranno essere utilizzatesolo per finalità connesse alla tutela del patrimonio aziendale e non per ilcontrollo a distanza dei lavoratori o per altri scopi non previsti.