Garante per la protezione
    dei dati personali

Newsletter

ZTL: IL GARANTE DA' VIA LIBERA ALL'USO DELLE RFID

Il nuovo sistema verrà installato a Verona

 

Il Garante ha dato via libera all'adozione da parte del Comune di Verona di un sistema basato sulle radiofrequenze, per laregistrazione dell'orario di ingresso e di uscita dalla zona a trafficolimitato (Ztl) dei veicoli che trasportano merci. Il sistema di rilevazione halo scopo di evitare che i veicoli autorizzati allo scarico-carico mercirimangano all'interno della Ztl oltre il limite concesso dalle ordinanze e di comminaresanzioni in caso di violazione.

 

Ilprogetto, che si avvale della tecnologia Rfid (Radio Frequency Identification),identifica automaticamente le vetture attraverso onde elettromagnetiche,mediante la "lettura" di un "tag" (un'etichetta installata sulle vettureautorizzate contenente un codice univoco) da parte di antenne poste incorrispondenza dei varchi.

 

IlGarante, esaminato il progetto, ha ritenuto opportuno fornire al Comunespecifiche prescrizioni, tra cui l'obbligo di fornire idonea informativa aipossessori dei veicoli, di adottare adeguate misure di sicurezza, di stabiliretempi precisi di conservazione dei dati.

Leinformazioni sul veicolo infatti dovranno essere registrate in ingresso edessere cancellate in uscita se rientrano nell'orario di accesso consentito.Solo in caso contrario verranno associate ai dati personali del proprietario econservate fino al momento di comminare la sanzione prevista.

 

IlComune dovrà designare gli incaricati del trattamento dei dati e individuarediversi livelli di acceso ai dati in relazione delle specifiche mansioniattribuite ad ogni singolo operatore.

 

Nessunrilievo è stato sollevato dal Garante rispetto al divieto di controllo adistanza dei lavoratori addetti al trasporto: il progetto non prevede, infatti,di tracciare i veicoli da monitorare, non essendo registrata alcunainformazionesul percorso seguito dal veicolo.