Garante per la protezione
    dei dati personali

Newsletter

ALBO PRETORIO ON LINE EPRIVACY DEI CITTADINI

 

Trascorsii tempi previsti dalla legge per pubblicare documenti nellĠalbo pretorio online, il Comune deve rimuovere dal sito istituzionale quelli che contengonodati personali o renderli anonimi.

Ladiffusione di informazioni in grado di identificare le persone oltre i terministabiliti  illecita.

 

Loha affermato il Garante nel vietare ad un Comune di diffondere ulteriormente inInternet, oltre i 15 giorni stabiliti dalla norma, i dati personali di unadonna contenuti in una deliberazione della Giunta comunale.

 

IlComune inoltre, dovrˆ apportare le necessarie modifiche per mettersi in regolacon le Linee guida adottate nel 2011 dal Garante in materia di pubblicazione online dei documenti.

 

Ilcaso  stato sollevato da una donna che si  rivolta allĠAutoritˆ lamentandouna illecita diffusione di dati a causa della permanenza sul sito del Comune,oltre i termini di legge, di una delibera di giunta comunale contenente nome e cognome,indirizzo e dispositivo di una sentenza di rigetto di un ricorsopresentato contro un accertamento Ici.

 

Informazioniche anche dopo un primo intervento del Garante e nonostante le modificheapportate dal Comune continuavano ad essere presenti sul sito.

 

Puravendo infatti modificato le modalitˆ di pubblicazione delle delibereriguardanti i ricorsi, sostituendo i nominativi dei ricorrenti con degliomissis, la delibera con il nome della donna era sempre reperibile sul sito,determinando cos“ una illecita diffusione di dati non consentita da alcunanorma.

 

Conseparato provvedimento lĠAutoritˆ sta valutando gli estremi per contestare alComune una sanzione amministrativa per lĠillecito commesso.