Garante per la protezione
    dei dati personali

Newsletter

VOTO PER CORRISPONDENZA A BOLZANO: VIA LIBERA DEL GARANTE

Il Garante Privacy ha espresso parere favorevole sullo schema di disegno di legge provinciale riguardante l'introduzione del voto per corrispondenza nella Provincia autonoma di Bolzano.

Gli elettori, residenti all'estero o dimoranti  fuori provincia e interessati a questa modalitą di esercizio del diritto di voto, dovranno farne apposita richiesta (allegando dati anagrafici e corretto indirizzo postale) al Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti.

Il Comune trasmetterą, poi, all'ufficio elettorale centrale tutta la documentazione necessaria alla formazione della lista dei cittadini che votano per posta.

Al termine della procedura, all'elettore arriverą un plico contenente l'informativa sul trattamento dei dati personali e la documentazione necessaria per l'espressione del voto.

L'Autoritą, nel dare il via libera, limitatamente agli aspetti di sua competenza, ha rilevato che la disciplina dell'esercizio del diritto di voto per corrispondenza, individua adeguate misure e accorgimenti a tutela dei dati personali degli elettori.

Sulla base, infatti, delle precisazioni fornite dalla Provincia in merito all'informativa trasmessa agli elettori, ai tempi e alle finalitą di conservazione della lista formata a cura dell'ufficio elettorale centrale, risulta, che i dati personali di chi intende esercitare il voto per corrispondenza saranno trattati esclusivamente per le finalitą connesse all'espletamento della consultazione elettorale di riferimento.