Garante per la protezione
    dei dati personali

Newsletter

BANCHE: CASSETTE SICURE CON LE IMPRONTE DIGITALI

 

Sô del Garante al sistema messo a punto da una banca bresciana per permettere alla propria clientela, attraverso l'uso delle impronte digitali, l'accesso alle cassette di sicurezza in modalitł self-service presso una delle filiali.

La soluzione tecnologica, sottoposta a verifica preliminare dell'Autoritł, Ć destinata ad un massimo di cento clienti e permette l'accesso 24 ore al giorno, svincolando cosô il servizio dagli orari di sportello e impedendo l'utilizzo fraudolento della cassetta da parte di terzi. I dati biometrici rilevati non verranno  inseriti in  una banca dati centralizzata, minimizzando cosô il rischio di usi impropri.

Il sistema funziona, infatti, attraverso il confronto tra il template dell'impronta - un codice numerico univoco crittografato e memorizzato sulla smart card in esclusivo possesso del cliente - e quello rilevato dal lettore quando si accede al servizio. Nella stessa card viene anche memorizzato un apposito codice personale (Pin), senza alcun riferimento nominativo, che funge da ulteriore elemento di sicurezza atto a rendere piŁ remote le possibilitł di abuso in caso di smarrimento.

Una volta espletate le procedure di riconoscimento, un sistema elettromeccanico preleva la cassetta e la mette a disposizione del cliente.

Nel dare il suo via libera all'uso del sistema, l'Autoritł ha  comunque prescritto alla banca di richiedere alla clientela un consenso specifico per l'utilizzo dei dati biometrici e garantire, a chi non intenda avvalersi del servizio, modalitł alternative di accesso alle cassette di sicurezza.