Garante per la protezione
    dei dati personali

Newsletter

Consiglio d'Europa: piŁ privacy nella lotta al terrorismo

 

Un forte messaggio sulla necessitł di non comprimere la privacy nella lotta al terrorismo Ć stato lanciato dal Consiglio d'Europa.

E' proprio quando si combatte contro il terrorismo e la criminalitł organizzata che occorre garantire il massimo rispetto dei principi che tutelano diritti umani fondamentali quali il diritto al rispetto per la vita privata, sancito nell'articolo 8 della Convenzione europea per i diritti umani.

Il messaggio Ć contenuto nel documento pubblicato di recente dal Commissario del Consiglio d'Europa per i diritti umani, Thomas Hammarberg, dal titolo "Tutelare il diritto alla privacy nella lotta contro il terrorismo" (https://wcd.coe.int/...).

Il documento fa il punto sulla situazione in Europa per quanto riguarda gli sviluppi tecnologici e politici che hanno caratterizzato gli ultimi anni nel settore delle attivitł di contrasto al terrorismo ed alla criminalitł, e sottolinea la necessitł di riesaminare le politiche sinora adottate per garantire la piena tutela del diritto alla privacy ed alla protezione dei dati personali.

Occorre, a giudizio del Consiglio d'Europa, ripensare tutte le proposte e le politiche sinora elaborate nella prospettiva di un reale bilanciamento con i diritti fondamentali delle persone, che non possono restare lettera morta e devono trovare eco adeguata presso tutti i governi dei Paesi che si sono impegnati, oltre mezzo secolo fa, a garantire il rispetto dei diritti umani.