Garante per la protezione
    dei dati personali

Newsletter

IN ARRIVO ILREGOLAMENTO SU DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI DELLA SSPAL


Il Garanteribadisce la necessitł di delimitare la consultazione diretta di banche dati ele interconnessioni tra sistemi informativi


Il Garante per la protezione dei datipersonali ha espresso parere favorevole (relatore Giuseppe Fortunato) sulloschema di regolamento per il trattamento di dati sensibili e giudiziaripredisposto dalla Scuola superiore della pubblica amministrazione locale acondizione che vengano apportate alcune modifiche e integrazioni.

L'Autoritł ha innanzitutto invitato laScuola superiore ad adottare un atto che, a differenza di quello predisposto,abbia un'effettiva natura regolamentare, in grado pertanto di produrre effettigiuridici per gli interessati.

Per quanto riguarda le operazionieseguibili con i dati raccolti, il Garante ha chiesto di verificare se leoperazioni di interconnessione e di raffronto con altre banche dati dellaScuola e con l'Agenzia autonoma per la gestione dell'Albo dei segretaricomunali e provinciali siano davvero indispensabili.

Va delimitata, infatti, la consultazionediretta di banche dati e le interconnessioni tra sistemi informativi perchÄqueste operazioni potrebbero determinare un'ingiustificata circolazione deidati degli interessati.

A tale proposito, l'Autoritł ha dispostoche i dati vengano trasmessi mediante un diverso tipo di collegamentoinformatico o telematico che consenta agli altri uffici della Scuola e ad altrisoggetti pubblici di consultare i dati solo su richiesta.

Perquanto riguarda le tipologie di dati trattati, poi, il Garante ha precisato cheil regolamento deve avere per oggetto esclusivamente informazioni sensibili egiudiziarie invitando a verificarne l'indispensabilitł, in particolare perquanto riguarda l'uso di dati personali relativi allo stato di salute per leattivitł di studio e ricerca della Scuola che dovrebbero riguardare soltantotematiche d'interesse per gli enti locali.
Ulteriori e successivitrattamenti di dati sensibili e giudiziari non considerati nello schemaapprovato dovranno essere sottoposti di nuovo al parere del Garante.