Garante per la protezione
    dei dati personali

Newsletter

ALTRI ORGANISMI PUBBLICI IN REGOLA PER I DATI SENSIBILI

Approvato tra gli altri lo schema tipo di regolamento per le camere di commercio

Prosegue l’azione del Garante in vista dell’adozione da parte dei soggetti pubblici dei regolamenti sull’ uso dei dati sensibili e giudiziari. In questo quadro sono stati approvati lo schema tipo di regolamento predisposto da Unioncamere per le 103 camere di commercio, lo schema tipo predisposto da Assoporti per le autorità portuali e diversi schemi di regolamento messi a punto da altri enti. Oltre a quello relativo al trattamento dei dati sensibili e giudiziari da parte della stessa Unioncamere, sono stati approvati gli schemi di regolamento dell’Istat e dell’Enit, quelli di alcune autorità indipendenti (Antitrust, Consob e ISVAP) e di diversi comprensori.

I regolamenti, una volta adottati, consentiranno a questi enti di poter trattare informazioni particolarmente delicate come, ad esempio, l’etnia, le convinzioni religiose, l’appartenenza politica, la salute, la vita sessuale, i carichi pendenti.

Il Codice in materia di protezione dei dati personali prevede, infatti, che per poter raccogliere, utilizzare, elaborare, conservare, comunicare dati sensibili e giudiziari indispensabili allo svolgimento delle loro attività istituzionali, i soggetti pubblici debbano adottare specifici regolamenti nei quali si individuano e si rendono noti ai cittadini quali dati vengono usati e per quali fini.

Gli schemi di regolamento contengono l’indice dei trattamenti ed una serie di schede articolate nelle quali vengono evidenziati, le finalità rilevanti di interesse pubblico per trattare i dati sensibili e giudiziari, la denominazione del trattamento dei dati, la fonte normativa, i tipi di dati trattati. Le schede contengono anche una sintetica descrizione relativa al trattamento dei dati e al flusso informativo.