Garante per la protezione
    dei dati personali

Newsletter

DATI DEI PASSEGGERI E VOLI NEGLI USA

I Garanti europei approvano un modello di informativa per il trasferimento dei dati

Il Gruppo che riunisce le autorità di protezione dati nell’UE ha approvato, con un recente Parere, un modello di informativa utilizzabile per fornire ai passeggeri che volano verso gli USA le informazioni sui trattamenti dei dati personali richiesti dalle autorità USA. L’informativa sarà presto tradotta in tutte le lingue comunitarie (Parere 8/2004, http://www.europa.eu.int/comm/internal_market/privacy/docs/wpdocs/2004/wp97_en.pdf).

Sono stati elaborati due tipi di informativa, una più sintetica ed una più dettagliata. La prima deve essere sempre fornita al passeggero nel momento in cui questi fa richiesta del biglietto aereo; la versione "lunga" sarà disponibile collegandosi ad un sito web oppure sarà messa a disposizione, su richiesta, direttamente dall’agenzia di viaggio o dalla compagnia aerea.

Ricordiamo che le Autorità USA (Bureau of Customs and Border Protection, CBP) chiedono di conoscere anticipatamente una serie di dati personali relativi ai passeggeri che volano da o verso gli USA. La Commissione europea ha riconosciuto l’adeguatezza della protezione di tali dati offerta dal CBP (con decisione del 14 maggio 2004), e quindi ha autorizzato il trasferimento dei dati personali dall’UE agli USA nei termini previsti da una serie di "Undertakings" (Impegni) assunti dallo stesso CBP. Restano fermi gli obblighi previsti dalla direttiva europea 95/46 sulla protezione dei dati, compreso quello di informare adeguatamente gli interessati (i passeggeri) sulla natura, le finalità e le modalità del trattamento in questione.

Con questo Parere i Garanti europei hanno inteso fornire indicazioni concrete alle compagnie aeree, alle agenzie di viaggio, ed ai sistemi computerizzati di prenotazione sulla formulazione di un’informativa adeguata ai sensi delle disposizioni comunitarie.