Garante per la protezione
    dei dati personali

Newsletter

VIDEOSORVEGLIANZA. I GARANTI EUROPEI STILANO UN "DECALOGO" PER L'USO DELLE TELECAMERE

Scopi leciti e chiaramente definiti, raccolta dei dati personali ridotta al minimo, adeguata informazione dei cittadini europei. Questi alcuni dei pilastri del "decalogo" messo a punto dai Garanti europei per un uso delle telecamere nel pieno rispetto della riservatezza degli individui.

Nella riunione dello scorso 2 ottobre, il Gruppo che riunisce le Autorità europee per la privacy ha approvato in via preliminare un importante documento in cui sono state affermate alcune regole fondamentali che tutti i titolari di trattamenti pubblici e privati effettuati attraverso sistemi di videosorveglianza dovrebbero adottare. Il documento, in fase di pubblicazione, verrà presto messo a disposizione anche sul portale europeo (www.europa.eu.int) per raccogliere suggerimenti ed osservazioni nell'ambito di una ampia consultazione pubblica.

Il "decalogo" europeo nasce dall'esigenza di definire un quadro di riferimento uniforme ed armonico a livello comunitario riguardo all'installazione di tali sistemi, e contiene indicazioni generali (da specificare ulteriormente nei singoli settori di applicazione) che rappresentano un denominatore comune minimo al quale fare riferimento.

Le indicazioni riguardano in parte anche i trattamenti di dati che non ricadono sotto le disposizioni della direttiva sulla protezione dei dati, come ad esempio, i trattamenti effettuati per scopi di sicurezza pubblica o per il perseguimento di reati, oppure trattamenti effettuati da una persona fisica per scopi esclusivamente privati o familiari.

Come nel decalogo italiano e in quello in adozione presso il Consiglio d'Europa, le regole messe a punto riguardano aspetti fondamentali quali l'effettiva necessità del ricorso ai sistemi di videosorveglianza, la definizione di precisi scopi in base ai quali raccogliere le immagini, la necessità di informare i cittadini dell'installazione delle telecamere, l'adozione di misure di sicurezza.