Garante per la protezione
    dei dati personali

Newsletter

LA NUOVA LEGGE SPAGNOLA SULLA PROTEZIONE DEI DATI

E' attualmente in discussione al Congresso, il Senato spagnolo, il progetto governativo di Legge Organica di protezione dei dati personali che recepisce la direttiva europea DIR 95/46.Il progetto di legge contiene rilevanti novità rispetto alla normativa precedente, la Legge Organica sul Trattamento dei Dati Personali (LORTAD).

Rispetto alla LORTAD, l'ambito delle eccezioni al regime di riservatezza è stato ridotto e le materie escluse dall'applicazione della legge riguardano soltanto gli archivi personali o domestici, le banche dati sottoposte al segreto di Stato, gli archivi riguardanti il terrorismo e la criminalità organizzata. Si dovrà, comunque, provvedere a comunicare all'Agenzia di Protezione dei Dati Personali (APD) l'esistenza, le caratteristiche e le finalità di questo tipo di archivi.

La nuova redazione della legge mantiene la distinzione tra le banche di dati pubbliche e quelle private, e quindi anche tutte le eccezioni preesistenti in favore dell'amministrazione pubblica. Vale a dire: a) la possibilità di comunicare dati ad altre amministrazioni quando lo disponga una norma; b) la possibilità per la polizia di trattare dati sensibili col solo criterio delle "necessità delle indagini in corso"; c) la possibilità di vietare l'accesso, la rettificazione, o la cancellazione dei dati per "le necessità delle indagini in corso" o quando l'accesso rappresenti un ostacolo all'adempimento degli obblighi fiscali e, in ogni caso, quando l'interessato sia oggetto di attività ispettiva.

Viene prevista l'eccezione all'obbligo di rendere l'informativa al momento della raccolta quando questa informazione possa "impedire o ostacolare" le funzioni amministrative di controllo o verifica nel caso di illeciti amministrativi.

Vengono considerati dati sensibili i dati personali che rivelano le convinzioni ideologiche, l'appartenenza sindacale, religiosa o filosofica. Questo tipo di dati possono essere trattati esclusivamente con il consenso espresso e scritto dell'interessato.

Per i dati riguardanti l'origine razziale, la salute e la vita sessuale non è necessario il consenso scritto. La legge si limita a parlare di "consenso espresso". Queste informazioni possono essere raccolte, utilizzate e comunicate se il trattamento è previsto da una norma basata sull'interesse generale.

E' consentito il trattamento dei dati sensibili "disociados", cioè resi anonimi, a fini medici e sempre che il personale che li tratta sia soggetto all' obbligo della riservatezza. Nei casi nei quali l'interessato sia un incapace dal punto di vista giuridico, o non possa fisicamente dare il suo consenso, i dati sensibili potranno essere, comunque, trattati quando si tratta di tutelare l'incolumità fisica dell'interessato o di un'altra persona.

La nuova legge amplia le regole riguardanti il marketing. Viene prevista l'informativa all'interessato, viene sancito il diritto di accesso ai propri dati e il diritto di opposizione al trattamento.

Viene regolarizzata, per la prima volta, l'utilizzazione del cosiddetto "Censo promocional". Le aziende che operano nel campo del marketing diretto, della pubblicità, della vendita a distanza potranno utilizzare questa lista speciale, detenuta dall'Istituto Nazionale di Statistica, che include esclusivamente nome, cognome, e indirizzo. I cittadini avranno il diritto di far cancellare in qualsiasi momento dalla lista i propri dati.