Garante per la protezione
    dei dati personali

Newsletter

COMMERCIO ELETTRONICO: IL GARANTE AL FORUM DELL'OCSE

"La tutela della privacy è una chiave di volta per lo sviluppo del commercio elettronico" in questi termini si è espresso Claudio Manganelli, componente del Garante per la protezione dei dati personali, che ha partecipato in rappresentanza dell’Autorità, al Forum dell’OCSE sul commercio elettronico che si è svolto a Parigi il 12 e 13 ottobre scorsi. Il Forum fa seguito alla conferenza di Ottawa dello scorso anno allo scopo di discutere gli sviluppi intervenuti nel frattempo nel campo del commercio elettronico.

I temi all'ordine del giorno sono stati la definizione di regole di base per il mercato digitale, lo sviluppo di infrastrutture informative, la possibilità di potenziare al massimo i benefici dell'e-commerce, la creazione della fiducia negli utenti e nei consumatori. Il Forum è stato preceduto l’11 ottobre da due importanti momenti di confronto con i consumatori e con il mondo delle imprese: la 3a Public Voice Conference, riservata alle Organizzazioni non governative ed associazioni dei consumatori, e un simposio con rappresentanti del settore privato e dei governi sul tema: commercio elettronico e sviluppo delle opportunità.

"Dagli interventi, molto articolati, che si sono susseguiti nelle due giornate e mezzo di lavori - ha dichiarato l'Ing. Manganelli al ritorno da Parigi - è emerso con chiarezza che lo sviluppo del commercio elettronico passa soprattutto attraverso un aumento della fiducia dei consumatori. La sicurezza nello scambio dei dati e idonee garanzie sulla tutela della riservatezza dell’individuo sono fra gli elementi fondamentali per rafforzare questa fiducia".

Manganelli ha sottolineato che: "qualcosa sembra muoversi finalmente anche in quei Paesi che hanno fatto finora registrare un impegno non adeguato nei confronti della tutela della riservatezza. Elementi di spicco di importanti associazioni di consumatori americane, infatti, hanno sottolineato con forza, nel corso dei lavori, che anche negli USA sta emergendo la consapevolezza della necessità di introdurre misure di controllo e di rispetto della privacy in rete".

"E’ ora essenziale — ha aggiunto Manganelli — che le componenti produttive, finanziarie e di rappresentanza dei cittadini agiscano con decisione ed accelerino il decollo del commercio elettronico nel nostro Paese nel pieno rispetto delle imprescindibili esigenze di tutela della riservatezza della persona. Il Garante offrirà la massima collaborazione per conciliare esigenze che non sono affatto in conflitto tra loro, ma, anzi, del tutto complementari".