Garante per la protezione
    dei dati personali

Newsletter

IMPRESE E RICERCHE ECONOMICHE

L' Istat ha comunicato al Garante l'intenzione di aderire alla richiesta avanzata dall'Istituto di studi ed analisi economica (Isae) di poter accedere all'indirizzario dell'archivio statistico delle imprese attive realizzato dall'Istat. La richiesta dell'istituto di studi ed analisi economica è motivata dall'esigenza di poter disporre, esclusivamente per fini statistici, di dati certi per la formazione di liste di imprese interessate alle rilevazioni di natura economica prodotte dall'Isae.

Il Garante ha innanzitutto ricordato che la legge n.675 del 1996 ha fatto salve, laddove compatibili, le disposizioni del decreto legislativo n.322/1989 sulla disciplina del Sistema statistico nazionale e che è in corso di definizione la disciplina della protezione dei dati personali nel settore della ricerca scientifica e statistica, in attuazione delle Raccomandazioni del Consiglio d'Europa R. (93) e R. (97)18.

Data la natura pubblica dei soggetti interessati, la norma della legge n.675/1996 da considerare è quella che consente lo scambio di dati tra soggetti pubblici in presenza di una norma di legge o di regolamento che lo preveda.

Tale norma è presente nel D.P.R. n.374/1998, con il quale si istituisce l'Isae, che consente espressamente all'Isae di accedere, per lo svolgimento delle proprie attività, al sistema informativo pubblico, contenente dati di natura finanziaria e contabile, e ai dati del Sistan e di altre amministrazioni, le quali sono tenute a fornire gli ulteriori elementi e le informazioni in loro possesso richieste.

In questo quadro normativo rientra il caso del flusso dei dati fra l'Istat e l'Isae che non richiede, pertanto, la necessità di alcuna comunicazione al Garante.