Garante per la protezione
    dei dati personali

Newsletter

IL CONTROLLO EPIDEMIOLOGICO PER IL MORBO DELLA MUCCA PAZZA

L'Istituto Superiore di Sanità ha chiesto al Garante il rilascio di una specifica autorizzazione per trattare i dati relativi al registro nazionale della malattia di Creutzfeldt-Jacob (sindrome da MCJ), il cosiddetto "morbo della mucca pazza", indicando apposite modalità che giustificherebbero prescrizioni diverse da quelle dell'autorizzazione generale n. 2/l998 emanata dall'Autorità Garante in tema di dati sulla salute. Il registro, istituito il 1 gennaio 1993, è un importante strumento di controllo epidemiologico per la tutela della salute pubblica e contiene alcune informazioni relative alle persone cui è stata diagnosticata questa malattia devastante per il sistema nervoso. Per continuare a svolgere questa attività l'istituto Superiore ha chiesto di essere autorizzato a trattare dati sensibili in assenza del consenso degli interessati relativi a;

a) persone generalmente incapaci di esprimere validamente la propria volontà;

b) comunicare tali dati ai medici curanti e ai centri universitari specializzati che collaborano con l'Istituto;

c) diffondere e trasferire i dati solamente in forma aggregata e non nominativa;

d) interagire con analoghi registri, anche di altri paesi nell'ambito della collaborazione europea.

L'Autorità ha risposto che l'Istituto Superiore, in quanto soggetto pubblico, non necessita di alcuna autorizzazione particolare e quindi può proseguire il trattamento relativo al registro fino alla data dell'8 maggio 1999, entro la quale dovrebbero essere emanate norme sul trattamento dei dati sensibili per le pubbliche amministrazioni.